30 album gennaio giugno 2024. Come di consueto, anche per questo semestre abbiamo deciso di stilare una piccola lista di dischi che riteniamo “interessanti”, in realtà questi sono solo una parte infinitesimale rispetto alla spaventosa mole di dischi che escono quotidianamente, per cui prendete questi 30 e “spicci” album, come un post-it riassuntivo che magari potrà stimolare l’ascolto anche ai più reticenti.

La musica però non deve essere divisiva, non esiste musica “bella” e musica “brutta”, esistono solo le persone con i rispettivi e rispettabilissimi gusti, ogni generazione usa le proprie orecchie come meglio crede; è altrettanto chiaro che, se si ascoltano solo quelle quattro canzoni messe in croce e martellate 24 su 24 dai grandi network, tutti resteremo vittime di un manipolo di figure e di algoritmi che gestiranno le nostre vite musicali, ed è quindi altrettanto ovvio che per avventurarsi in un mondo musicale, per alcuni sconosciuto, ci vuole curiosità, tanta curiosità, voglia di crescere e pensare con le proprie orecchie, questa pratica si chiama “evoluzione”.

Ma veniamo quindi a riassumere la lista dei 30 album gennaio giugno 2024.

Abbiamo giocato a fare una sorta di classifica, perché le classifiche sono sempre divertenti, ma solo per chi le fa, devo dire che è stata davvero una sofferenza perché al primo posto avrei messo ex aequo due artiste provenienti da due mondi musicali lontanissimi l’uno dall’altra, Judith Hill e Julie Christmas.

il territorio in cui si colloca Julie Christmas è veramente vasto, si va dal post metal, al noise, allo Sludge metal e derivati, la sua carriera è ricca di collaborazioni, progetti paralleli ecc… lei però è una sperimentatrice decisamente molto brava e visionaria, il suo mondo è di quelli oscuri; “Riculous And Full Of Blood” segna la ridefinizione del suo stile se teniamo presente che a suo nome ha scritto solo tre album dal 2010, e questo disco è quanto di più anti misoneista che io abbia ascoltato.

Di tutt’altro tenore è questa splendida gemma scritta da Judith Hill.

Nata da padre afroamericano e madre giapponese, Hill è cresciuta immersa nella musica; ha iniziato la sua carriera come corista per artisti di fama mondiale come Stevie Wonder e Michael Jackson. La musica di Hill è un mix di soul, R&B, gospel e jazz, con influenze provenienti dalle sue diverse esperienze di vita e dal suo ricco patrimonio culturale.

Questo quinto album rappresenta un punto di svolta nello stile e nella narrativa immaginifica dell’artista di Los Angeles, e “Letters from a Black Widow” è uno di quei dischi che porterò con me per tutto questo 2024.

Tra i 30 album gennaio giugno 2024, non possiamo non citare i folli e geniali Flagman, che tanto ci ricordano i Primus, ma in versione cattiva.

John Zorn è sempre una garanzia, mentre  ‘Postindustrial Hometown Blues‘ dei Big Special, è probabilmente uno dei migliori esordi del semestre insieme al disco dei finlandesi Tatu & Tutkimusmatkailijat, “Vasta alkusoittoa” è un notevole crossover tra prog rock, blues, psichedelia e tratti di Caravanserai di Santana, giuro!!!

Notevole JPEG RAW di Gary Clark jr. idem per gli ottimi Sleepytime Gorilla Museum, poi il blues di Bernard Allison, Mike Zito; splendido il nuovo dei Midas Fall “Cold Waves Divide Us”, i Plantoid, Beth Gibbons, Kati Ran, per poi arrivare fino a Nadine Shah, inglese ma di origine norvegese e pakistana!!!!

Detto ciò, ecco la lista dei migliori 30 secondo i nostri STRANI gusti.

30 album gennaio giugno 2024

  1. Julie Christmas – Riculous And Full Of Blood
  2. Judith Hill – Letters from a Black Widow
  3. John Zorn – New Masada Quartet
  4. Big Special – Postindustrial Hopmetown Blues
  5. Gary Clark jr. JPEG RAW
  6. Tatu & Tutkimusmatkailijat – Vasta alkusoittoa
  7. Sleepytime Gorilla Museum – Of the Last Human Being
  8. Plantoid – Terrapath
  9. Midas Fall – Cold Waves Divide Us
  10. John Primer Bob Corritore – Crawlin’ Kingsnakes
  11. Avalance Kaito – Talitakum
  12. Ghost Note – Mustard n’Onions
  13. Bernard Allison – Luther’s Blues
  14. Standards – Fruit Galaxy
  15. Mike Zito – Life Is Hard
  16. Chelsea Wolfe – She Reaches Out To She Reaches Out To She
  17. Mandoki Soulmates – A Memory Of Our Future
  18. Markus King – Mood Swings
  19. Flagman – Tastes Incredible
  20. Pink Milk – Night on Eart
  21. La Luz – News of the Universe
  22. NewDad – Madra
  23. Les Cowboy Fringants – Pub Royal
  24. Ghost Funk Orchestra – A Trip To The Moon
  25. A Burial at Sea – Close To Home
  26. Nadine Shah – Filthy Underneath
  27. Kati Ran – Sàla
  28. Beth Gibbons – Lives Outgrown
  29. Slash – Order of The Damned
  30. Dalek – Negro Necro Nekros

Il resto, ma non sono spicci

  • Vipassi – Lightless
  • UKAEA – Birds Catching Fire In The Sky
  • Li Yilei – Nonage
  • Vera Sola – Peacemaker
  • Saicobab – Nrtya
  • Bab L’Bluz – Swaken
  • Still House Plants – If I don​’​t make it, I love u
  • Emilija Karosaitė – Aprasykime Dienas
  • Sprints – Letter to Self
  • Modern English – 1234
  • Kim Gordon – The Collective
  • Arooj Aftab – Autumn Leaves
  • Shellac – To All Trains
  • Erika Angell – The Obsession With Her Voice
  • Fyear – Fyear

Ti potrebbe interessare:

Album Italiani gennaio giugno 2024

Youtube Prince Faster l’archivio, aggiornamenti

Migliori 50 dischi 2023 la classifica internazionale

10 dischi anni 2000 da riascoltare

10 dischi del 1984 imperdibili

30 album gennaio giugno 2024