Xmal Deutschland e ANja Huwe ritorna il goth anni 80

0
94 views
Xmal Deutschland e ANja Huwe

Xmal Deutschland e ANja Huwe sono stati tra le principali band della scena post-punk, diventando insieme ad artisti come Bauhaus e Siouxsie il volto del movimento goth e pubblicando nei primi anni ’80 due album per la leggendaria label inglese 4AD.

Gli Xmal Deutschland sono tra i precursori del movimento post-punk e ‘Early Singles (1981-1982)’ rappresenta il momento in cui iniziarono a farsi conoscere diventando poi la leggendaria formazione che tutti ricordano. La raccolta include le bonus track ‘Kaelbermarsch’ (originariamente presente sulla compilation ‘Lieber Zuviel Als Zuwenig’) e la grintosa versione live di ‘Allein’ (dalla compilation ‘Nosferatu Festival’).

Dopo il successo come cantante e leader degli Xmal Deutschland Anja Huwe ha abbandonato la musica per perseguire la sua carriera nell’arte visiva. Ma lasciare la sua eredità nel passato non è stato così facile. ‘Codes’ è nato come una collaborazione con l’amica e musicista Mona Mur e al disco ha preso parte anche la chitarrista orginale degli Xmal Deutchland, Manuela Rickers, nota sin dai suoi esordi per la tecnica e lo stile unico.

‘Codes’ parla dell’esperienza umana e di ciò che gli estremi possono fare a un individuo. “Il risultato è un cosmo poetico e musicale che comprende i seguenti temi: foresta, paura, dolore, perdita, violenza e solitudine, ma anche bellezza, desiderio, speranza e volontà di sopravvivere – spiega Anja”.

Con l’elegante produzione di Mur e Huwe e il mixaggio e il mastering di Jon Caffery (Joy Division, Gary Numan, Einstürzende Neubauten), le costruzioni epiche si schiantano e si diffondono, gli eleganti droni del suono sintetizzato a volte sembrano persino claustrofobici.

Gli Xmal Deutschland, ora considerati precursori del movimento post-punk, non furono mai compiacenti ma costantemente famelici nel loro attacco nel corso degli anni ’80. Il ritorno di Anja Huwe non è diverso. Inaspettato ma atteso da tempo, ‘Codes’ è quella pagina mancante nei libri di storia del post-punk, la vernice appena stesa su una tela vecchia di decenni: è il prodotto dell’instancabile volontà di sopravvivere alla storia.

Xmal Deutschland e ANja Huwe

Anja Huwe – ‘Codes’
Disponibile dall’8 Marzo per Sacred Bones
tracklist:

1. Skuggornas
2. Rabenschwarz
3. Pariah
4. Exit
5. O Wald
6. Zwischenwelt
7. Sleep With One Eye Open
8. Living In The Forest
9. Hideaway

Xmal Deutschland – Early SIngles 1981-1982′
Disponibile dall’8 Marzo per Sacred Bones
tracklist:

1. Schwarze Welt
2. Die Wolken
3. Großstadtindianer
4. Kälbermarsch
5. Incubus Succubus
6. Zu Jung Zu Alt
7. Blut Ist Liebe
8. Allein