Madeleine Peyroux esce a giugno Let’s Walk nuovo album

0
38 views

Madeleine Peyroux è una delle grandi interpreti del jazz contemporaneo, un’acclamata cantante di livello internazionale e autrice che nel corso della sua trentennale carriera ha collaborato con musicisti del livello di James Carter, Cyrus Chestnut, Leon Parker, Vernon Reid e Marc Ribot, venduto milioni di album in tutto il mondo e reinterpretato gli standard immortali di Billie Holiday, Bessie Smith e Fats Waller, oltre a classici di Bob Dylan, Hank Williams e Leonard Cohen.

Le canzoni del nuovo album presentano lati dell’artista solo sfiorati in passato. ‘Let’s Walk’ è il lavoro più vario della carriera di Madeleine, intimo e audace poiché condivide opinioni ponderate e rivelatrici su preoccupazioni personali e sociali dell’artista riguardo la società in cui viviamo.

Madeleine Peyroux torna con ‘Let’s Walk‘, primo album in sei anni della cantante jazz americana. Ascolta il primo singolo ‘Please Come Inside’.
Guarda il video di ‘Please Come Inside’ – https://www.youtube.com/watch?v=rDb5ZI6EgJA

Let’s Walk‘ uscirà su cd, vinile e formato digitale il 28 Giugno per Just One Recording e Thirty Tigers, prima uscita indipendente di Madeleine Peyroux dopo un passato discografico che la ha vista pubblicare capolavori con label di culto assoluto come Verve, Decca, Rounder e Atlantic.

Let’s Walk’ è il nono album di Madeleine Peyroux e il primo in cui ha partecipato alla stesura di ogni brano con il collaboratore di lunga data e chitarrista Jon Herington, accompagnata da una team di musicisti di valore assoluto composto da Andy Erin (piano, organ), Paul Frazier (bass guitar), Graham Hawthorne (drums, percussion), Stan Harrison (clarinet), Catherine Russell, Cindy Mizelle e Keith Fluitt (vocals).

Come evidenziato dal nuovo singolo ‘Please Come On Inside’, Peyroux ha empatia e saggezza da trasmettere. Mentre molti di noi hanno perso un legame o una relazione con qualcuno vicino a causa di questi tempi polarizzanti e divisivi, Peyroux offre una via di ritorno attraverso la compassione e la gentilezza.

Stilisticamente ‘Let’s Walk’ è la collezione più varia e allo stesso tempo coesa pubblicata ad oggi da Madeleine Peyroux. Incorpora nel mix elementi di jazz, folk, gospel blues, americana, pop da camera, ritmi latini e una sana dose di humour. Le canzoni si intrecciano attorno a narrazioni contemplative, osservative e confessionali, rendendolo l’album il più profondo e personale del suo illustre catalogo.

La title track ‘Let’s Walk’ è stata ispirata dalla mobilitazione di massa delle persone comuni che si sono sollevate e si sono unite per i diritti civili in tutto il mondo nel 2020. ‘How I Wish’ è un risveglio alla ricerca dell’anima in risposta agli omicidi di George Floyd, Breonna Taylor e Ahmaud Arbery. In ‘Nothing Personal’ affronta il tema della violenza sulle donne, in particolare quella sessuale.

Nel nuovo album c’è anche un lato più leggero, la divertente ‘Me and the Mosquito’ presenta un ritmo e una voce ispirate alla musica caraibica mentre Madeleine Peyroux affronta il parassita sempre sfuggente che non la lascia dormire la notte. Chiude l’album con un avvertimento divertente, ma allo stesso tempo serio, attraverso la traccia ironica e veloce ‘Take Care’, ispirata al musicista, poeta e attivista del dub giamaicano Linton Kwesi Johnson.

‘Let’s Walk’ ci regala una nuova Madeleine Peyroux, in uno dei momenti più creativi della sua lunga carriera. Con otto album alle spalle e consensi in tutto il mondo, rifiuta di fermarsi mentre raggiunge un nuovo traguardo artistico. I veri artisti continuano sempre ad andare avanti, proprio come suggerisce il titolo dell’album.

Disponibile dal 28 Giugno

Madeleine Peyroux – ‘Let’s Walk’ tracklist:

1.   Find True Love

2.   How I Wish

3.   Let’s Walk

4.   Please Come On Inside

5.   Blues For Heaven

6.   Et Puis

7.   Me And The Mosquito

8.   Nothing Personal

9.   Showman Dan

10.  Take Care

Leggi anche:

Viola Smith la batterista jazz degli anni 20

40 dischi jazz/rock fusion imperdibili

La versione jazz di Killing in the Name della Brass Against