Nascosto tra le maglie del progetto The Echelon Effect in realtà c’è David Walters, inglese tutto fare.

L’artista pubblica il primo singolo nel 2009, da li parte la lunga cavalcata che lo porta a produrre una decina di album. Il suono che The Echelon Effect predilige è il mondo ambient/post-rock, rarefatto e a tratti psichedelico.

Uscito il 22 febbraio e solo in digitale, lo splendido “Drift Ten” è il logico percorso che David Walters persegue oramai da più di un decennio.