Roma V/S Mantova e Verona le mie impressioni

0
808 views
verona piazza erbe
verona piazza erbe

Reduce da un week end in queste due città ho pensato di condividere alcune impressioni impressionanti.

Verona e Mantova sono due città ricchissime di arte e cultura, però Mantova rispetto a Verona ha un turismo molto più “preciso”, il perché non chiedetemelo perché non lo so.

Voglio dire che Verona è davvero un porto di mare, una sorta di fiume turistico massiccio, Mantova invece ha un turismo più tranquillo con un pubblico “selezionato”?!?

Buona lettura.

– Prince Faster –

Roma v/s Mantova

Mantova è una ridente cittadina che si accascia su tre laghi: lago Superiore, lago Di Mezzo e lago Inferiore.

Roma è accasciata e basta.

A Mantova ci abitano circa 45.000 mantovani.

A Roma 45.000 persone le trovi il sabato sera al Pigneto prima delle 21.00 però, dopo diventano 100.000.

Mantova è una città pulitissima, non ci sono i cassonetti perché c’è la raccolta porta a porta che ha raggiunto il 95%.

Per chi viene da Roma, non trovare cassonetti fa sentire un po soli, questa assenza a volte inquieta e mette anche un po paura.

Se devi buttare qualcosa non sai dove buttarla, quindi te la tieni in tasca e dopo sei ore hai le tasche che sembrano cassonetti, quindi che fai!?!? Semplice, prendi il treno per Roma, scendi a termini, butti tutto vicino ad un cassonetto e riparti al volo.

A Mantova ci sono gli autobus che vanno a metano.

A Roma gli autobus ci sono ma non si vedono quasi mai, neanche quelli a metano.

Mantova è una di quelle città definite “città d’arte”, anche Roma è una di quelle città definite “città d’arte”.

A Mantova se ti fai la Mantova card che costa 20 euri, puoi visitare tutti i musei, prendere l’autobus, una bicicletta ecc.. senza spendere altri soldi.

A Roma per prendere l’autobus gratis non serve nessuna card.

A Mantova (siccome è piatta), vanno tutti, e dico tutti in giro in bicicletta, a partire dal vecchietto novantenne fino alla manager in carriera, e se rubi una bicicletta ti danno l’ergastolo.

A Roma non ci sono le biciclette e non è piatta, però ci hanno girato il film “ladri di biciclette”.

Mantova è una città talmente tranquilla che sembra di vivere a Frittole.

Roma invece non è tranquilla, infatti sembra di vivere a Roma.

A Mantova si mangia e si beve molto bene.

Anche a Roma si mangia e si beve molto bene.

A Mantova non c’è traffico perché gli abitanti sono talmente pochi che vanno al lavoro tutti con una macchina sola.

A Roma siamo tantissimi e ogni abitante va al lavoro con due macchine.

A Mantova dopo le 20:00 non gira più nessuno.

Anche a Roma dopo le 20:00 non gira nessuno perché stanno tutti in coda sul raccordo.

Mantova è una città a misura d’uomo.

Anche Roma è una città.

 

Roma v/s Verona

A Verona ci abitano circa 250.000 persone, nel mio quartiere a Roma, ce ne abitano 350.000.

Verona è un po come Roma perché in mezzo ci passa il fiume Adige che però è zozzo come il Tevere.

Roma è un po come Verona perché è zozza come l’Adige e perché ci passa il Tevere che è zozzo come l’Adige.

A Verona c’è un bordello di gente perché è una “città d’arte”.

Anche a Roma c’è un bordello di gente sempre, in più è anche una “città d’arte”.

A Verona i turisti fanno un casino della madonna, mica è come Mantova.

A Verona le genti dopo il lavoro si incontrano alle vinerie, ai bar, alle osterie, ai cocktail bar e bevono il vino e gli aperitivi.

Il sabato sera i veronesi bevono come se non ci fosse un domani.

Anche a Roma i romani bevono come se non ci fosse un domani, sempre, anche il sabato.

A Verona si mangia talmente bene che sembra di stare a Roma.

Verona è una città a misura d’uomo.

Roma non è una città a misura d’uomo, ma è la più bella del mondo, forse.