Krautrock gli 11 dischi che devi ascoltare assolutamente

0
357 views
Krautrock gli 11 dischi
Krautrock gli 11 dischi che devi avere assolutamente

Il mondo musicale Krautrock negli anni 70 era pazzesco e allucinato, lo dimostrano questi 11 incredibili album che devi assolutamente ascoltare.

Sgomberiamo subito il capo da eventuali equivoci, ho evitato di segnalarvi band e relativi dischi che conoscono un po tutti, e mi riferisco a: Can, Neu!, Popol Vuh, Faust, Embryo, o anche Kraftwerk e Amon Düül. Questi sono 11 dischi un po “fuori mano”, quelli che non tutti conoscono, insomma una lista di dischi davvero eccellenti che rappresentano una parte importante della produzione tedesca dell’epoca che fu davvero irripetibile.

Prince Faster.

Scrive Philippe Blache:

“Ogni regione sviluppa la sua particolare scena musicale, interpretando in modo diverso la struttura musicale Krautrock. Ad esempio, la scuola di Berlino si è concentrata su synthscape “astrali”, strane sperimentazioni elettroniche e jam acide (Ash Ra Tempel, Agitation Free, Mythos, The Cosmic Jokers, Kluster…), la scena di Monaco offriva mantra psych rock confusi (orientali) con alcuni accenti popolari (Popol Vuh, Amon Duul, Gila, Guru Guru, Wittuser & Westrupp…). Le scene underground di Colonia e Dusseldorf erano incentrate su happening, rock politico, elettronica, ritmi pulsanti e Krautrock dal suono pulito (Floh de Cologne, La Dusseldorf, Neu! Can…).”

Fuori lista.

Floh De Cologne – Fliebandbabys Beat Show 1970

Pazzesco collettivo anarchico di Colonia, fecero il primo disco “Vietnam” in pieno spirito psichedelico pre Krautrock, era il 1968. Pubblicarono 10 dischi, si sciolsero nel 1980.

Ascolta il disco in qualità standard.

Vampires Of Dartmoore – Dracula’s Music Cabinet 1969

Dei pazzi scatenati, fecero questo solo album che credo sia una delle cose più strampalate, assurde e geniali che io abbia mai ascoltato.

Ascoltalo in alta qualità 24/48.

Gli 11 dischi di Krautrock che devi ascoltare

  1. Birth Control – Hoodoo Man 1971
  2. Krokodil – An Invisible World Revealed 1971
  3. Grobschnitt – Grobschnitt 1972
  4. Dzyan – Electric Silence 1973
  5. Kraan – Kraan 1972
  6. Missus Beastly – Missus Beastly 1974
  7. Kin Ping Meh – Virtues & Sins 1974
  8. Wallenstein – Blitzgreig 1972
  9. Electric Sandwich – Electric Sandwich 1972
  10. Gomorrha – Trauma 1970
  11. Association P.C. – Earwax 1970

Attenzione!

Per un ascolto dignitoso ho inserito, ove possibile, link a piattaforma audio alta qualità, dove per “qualità standard” si intende qualità cd, ho evitato piattaforme mondezza ammazza musica quali spotify e affini, ma anche youtube non scherza.

Birth Control – Hoodoo Man 1971

Originari di Berlino, i Birth Control sono stati forse la formazione tedesca più prolifica e attiva di tutta la scena Krautrock, questo è dovuto dal fatto che in realtà non si sono mai sciolti del tutto, o meglio, si sono sciolti un paio di volte ma hanno sempre ripreso a suonare, difatti il loro ultimo album “Open Up”, è stato pubblicato proprio nel 2022, e devo dire che è un album davvero notevole.

Nel corso della loro carriera hanno pubblicato 17 album in studio più svariati live.
Hoodoo Man è il terzo e forse miglior album di tutta la loro produzione che, a dirla tutta è stata davvero interessante.

Ascolta il disco in qualità standard.

Krokodil – An Invisible World Revealed 1971

In realtà loro sono svizzeri-tedeschi con un Terry Stevens che è inglese, però meritano di essere inseriti in questa lista di 11 album Kraut.

Rispetto agli altri dischi di cui stiamo parlando, questo lavoro risulta piuttosto psichedelico con derive blues e “fricchettonico”. Hanno pubblicato cinque album.

Ascolta il disco in qualità youtube.

Grobschnitt – Grobschnitt 1972

Delle 11 band in questione i Grobschnitt sono i più conosciuti, grazie ad un disco davvero ardito e pazzesco come “Ballermann”, secondo album della band.

Il disco in questione è l’esordio di questa incredibile band tedesca.

Anche qui troviamo due lunghe suite molto più genuine rispetto al disco seguente, complessivamente è un esordio più che altro psichedelico, anche se nel tempo i Grobschnitt modificheranno il loro stile preferendo la linea progressive e questo esordio fa parte di un progetto musicale forse tra i più intensi e vibranti di tutta la scena Krautrock dell’epoca.

La band si sciolse nel 2008.

Ascolta il disco in qualità standard.

Dzyan – Electric Silence 1973

Formatisi a  Mannheim gli Dzyan tra il 1972 e il 1974 pubblicarono tre dischi, tutti riconducibili ad uno stile dalle tematiche indiane, con largo uso di strumenti musicali acustici quali sitar, percussion e tamburelli. Peculiarità degli Dzyan è quello di aver coniugato la musica tradizionale indiana con il jazz rock.

I tre dischi sono dei piccoli capolavori di eccentricità e tecnica narrativa, tre dischi che non dovrebbero mancare nel vostro archivio musicale.

Ascolta il disco in qualità standard.

Kraan – Kraan 1972

E’ forse il disco più genuino e spontaneo dei Kraan, un disco scritto di getto e quasi tutto improvvisato in studio. Si notano da subito i rimandi ad un jazz rock che farà parte del loro stile nei dischi a venire.

Notevole “Heat” suite di 18 minuti (minutaggio normale per l’epoca) tutta improvvisata e con ingenuità stilistiche che rendono questo album una vera e propria finestra sul passato.

I Kraan in realtà non si sono mai sciolti definitivamente, seppur cambiano componenti durante il corso degli anni, hanno sempre mantenuto uno stile caratteristico e hanno pubblicato dischi dignitosi, nulla però a che vedere con la eccellente produzione degli anni 70.

Ascolta il disco in qualità standard.

Missus Beastly – Missus Beastly 1974

Formatisi verso la fine degli anni 60 sotto il nome di Psychotic Reaction, i Missus Beastly, ma principalmente i primi due album, si insinuano in quel filone jazz rock che imperversò anche qui in Italia con band quali: Napoli Centrale , Perigeo, Venegoni e C; ma il jazz rock all’epoca era di dimensioni planetarie, anche se loro sound era molto vicino a quello mediterraneo.

Formazione eccellente hanno pubblicato quattro album spettacolari, e anche qui mi corre l’obbligo di consigliarvi di inserirli nel vostro archivio musicale.

Discografia: 1970 Missus Beastly, 1974 Missus Beastly II, 1976 Dr. Aftershave And The Mixed-Pickles, Space Guerilla Space Guerilla.

Ascolta il disco in qualità standard.

Kin Ping Meh – Virtues & Sins 1974

Tra tutti gli 11 dischi di krautrock sin qui citati, i Kin Ping Meh sono forse, musicalmente parlando, i meno kraut di tutti. Il disco è molto formale e legato più ad un pop rock blues dell’epoca con citazioni che vanno dagli Yes fino a sfiorare i Cream e derivati.

Nonostante i brani siamo piuttosto semplici e “side” rispetto al contesto, “Virtues & Sins” è un buon disco.

Ascolta il disco in qualità standard.

ndard.

Wallenstein – Blitzgreig 1972

Si formano nel 1971 e tra alti e bassi restano in attività fino al 1981.

Questo loro esordio piuttosto improvvisato, è una sorta di manifesto del rock prog più grezzo con lunghissime cavalcate  e assolo senza fine, non a caso il disco, così si dice, sia stato registrato in due giorni in presa diretta.

Va detto, e vale per tutti gli 11 dischi, che il livello artistico, narrativo e arrangiativo è altissimo, tutte cose oggi ci possiamo solo sognare.

Ascolta il disco in alta qualità 24/44,1.

Electric Sandwich – Electric Sandwich 1972

Nativi di Bonn, si sono formati nel 1969 hanno fatto sono un album, questo.

Anche in questo caso il disco è piuttosto grezzo e risente delle influenze jazz rock dell’epoca, e in realtà il disco ha poco a che vedere con il genere di cui stiamo trattando, cio nonostante andando a scavare, emergono citazioni e rimandi al krautrock.

Un lavoro scritto di getto e dai contorni scarni ma efficaci, ottimo il lavoro sui “solo” di chitarra e mellotron.

Ascolta il disco in qualità standard.

Gomorrha – Trauma 1970

Il disco ha una delle copertine più famose dell’epoca, oscuri sono i motivi di questa notorietà, in quanto il disco non è un capolavoro assimilabile ad alcuni dischi che abbiamo trattato, molto più probabilmente perché sul mercato dell’usato il disco viaggi a cifre da capogiro.

Trauma però è un gran misto hard rock/progressive con dei buoni arrangiamenti, e non è affatto male.

Da segnalare il loro secondo e ultimo album “I Turned To See Whose Voice It Was” che è tutt’altra pasta, disco maturo, ricco di spunti e pieno di idee originali.

Ascolta il disco in alta qualità HI-Res 24/96.

Association P.C. – Earwax 1970

Chiudiamo in bellezza con questo fantastico disco di free jazz fusion, Earwax”.

Tra il 1970 e il 1973 fecero tre dischi incredibili, Earwax, Sun Rotation del 71 e il terzo dal titolo ingannatore Rock Around The Cock del 1973, con Joachim Kühn And Karl-Heinz Wiberny.

Gli Association P.C. si avvalsero della presenza di Pierre Courbois, incredibile batterista che ha suonato con artisti del calibro di: Stan Getz, Jean-Luc Ponty, Eric Dolphy , Ben Webster e molti altri.

Earwax è uno di quei gioielli nascosti che vale veramente la pena di scoprire ed ascoltare, parliamo comunque di una produzione davvero elevata, così come per gli altri due dischi della band.

Il disco non è presente su alcuna piattaforma streaming, su youtube lo potete ascoltare in qualità appena dignitosa.

Ascolta il disco in qualità youtube.

Ti potrebbe interessare:

Kraftwerk, il suono di un passato futuro.

10 dischi degli anni 70 che non tutti conoscono.

Canterbury Rock rarità, conosci questi 5 dischi incredibili?

7 dischi anni 70 che non tutti conoscono.

1969 20 dischi essenziali, cinquanta anni fa la musica.

Non conosci questi 5 dischi incredibili?

40 dischi jazz/rock fusion imperdibili viaggio nella con fusion.

20 dischi essenziali del 1972, la musica di 50 anni fa.