Una breve carrellata di 5 video novità musicali usciti tra luglio e agosto 2021.

5 video novità di luglio agosto

Chvrches & Robert Smith – How Not To Drown.

La prima novità arriva dalla scozia, i Chvrches sono in procinto di pubblicare il 4° album “Screen Violence”; per anticipare l’evento hanno pubblicato un nuovo video, che ha come guest il cantante dei Cure Robert Smith.

Discografia essenziale:

2013 – The Bones of What You Believe
2015 – Every Open Eye
2018 – Love Is Dead
2021 – Screen Violence

Jerry Cantrell – Atone.

Il leader degli Alice In Chains Jerry Cantrell ha pubblicato “Atone!”; il video anticipa l’uscita di Brighten che sarà il 29 ottobre 2021.

Jerry Cantrell Vocals/Guitar: Greg Puciato Bass: Duff McKagan Drums: Gil Sharone

Discografia solista:

1998 – Boggy Depot
2002 – Degradation Trip
2002 – Degradation Trip Volumes 1 & 2

Jinjer – Mediator.

Il devastante quintetto ukraino si appresta a far uscire il nuovo album “Wallflowers“.

Il disco uscirà il 27 agosto 2021.

Jinjer – Line Up

Tatiana Shmailyuk – voce
Roman Ibramkhalilov – chitarra
Eugene Abdiukhanov – basso
Vladislav Ulasevich – batteria

Archspire – Golden Mouth of Ruin.

Il quarto dei 5 video novità è degli Archspire; sarà ottobre il mese in cui uscirà “Bleed The Future”.

Discografia

All Shall Align (2011)
The Lucid Collective (2014)
Relentless Mutation (2017)
Bleed the Future (2021)

Ginevra Nervi – Gaslighting.

Chiudiamo questo breve aggiornamento sulle novità video, con la genovese Ginevra Nervi.

L’artista italiana è molto apprezzata per il suo stile che cerca di scavare nella musica elettronica e sperimentale; è anche autrice di diverse colonne sonore per Serie tv  targate Netflix, Prime video ecc…

Il 23 aprile è uscito “Klastós”, il suo nuovo ep.

Questi erano i 5 video che abbiamo selezionato per questi due mesi, molto interessante quello di Ginevra Nervi, che riesce a coniugare in perfetta armonia musica e immagini

Jinjer – breve bio.

La band ha acquisito notorietà vincendo il Best Ukrainian Metal Act Award assegnato dall’etichetta InshaMuzyka nel 2013 e 2016; nel 2016 ha anche vinto il premio per il miglior video musicale per la canzone I Speak Astronomy. Questa attenzione ha portato all’uscita del loro terzo album, King of Everything, con etichetta Napalm Records il 29 luglio 2016.

Nel 2017, la band ha intrapreso due tour europei a sostegno degli Arch Enemy e un tour in Nord America insieme ai Cradle of Filth nel 2018.[5] La band ha ristampato il loro album del 2014 Cloud Factory con etichetta Napalm Records nel febbraio 2018.

L’11 gennaio 2019 è stato pubblicato l’EP Micro e la band ha annunciato di essere al lavoro su un quarto album in studio[7]: l’album in questione, Macro, è uscito il 25 ottobre.

Jerry Canterll – breve bio

Nasce a Tacoma, nello stato di Washington, da padre soldato e madre musicista. Cresciuto a musica country, ottiene la sua prima chitarra verso i dodici anni, sebbene non inizi a suonarla assiduamente prima dei diciassette anni, quando il suo interesse musicale inizia a concentrarsi sull’hard rock dei Black Sabbath, di Jimi Hendrix e dei Queensrÿche, fino a cominciare a suonare insieme ad altri ragazzi in svariate piccole band locali. Prima di questo, Jerry cantava nel coro delle scuole superiori in occasione di partite di pallacanestro e altri avvenimenti scolastici, diventando presidente del coro nel suo ultimo anno di scuola. Talvolta il coro era solito esibirsi e allenarsi in canti gregoriani; da qui la “passione” di Jerry per le tonalità vocali molto cupe e basse.

A metà degli anni ottanta, incontra il bassista Mike Starr e il batterista Sean Kinney, formando la sua prima vera e propria band, i Diamond Lie. Durante questo periodo conosce Layne Staley in una sala prove di Seattle chiamata “Music Bank”; I due diventano presto grandissimi amici, finendo per diventare compagni di stanza e per condividere molto del loro tempo assieme provando e suonando. Staley lascerà la sua band, chiamata Alice ‘N Chainz, per diventare cantante a tempo pieno nella band di Cantrell: è il 1987 e nascono gli Alice in Chains. Nello stesso anno, Jerry si trova ad affrontare anche una dolorosa perdita, quella della madre, deceduta a soli 43 anni.

fonte wiki.