Ok Computer dei Radiohead usci nel 1997, la band ne celebra il ventennale pubblicando un cofanetto monstre dal titolo “Oknotok 1997 – 2017” e Man Of War.

L’operazione commerciale è di quelle fatte seriamente e con tutti i sacri crismi, triplo vinile 180gr remaster e con una serie di b-side, inediti, due booklet pazzeschi, una audio cassetta C90 e via dicendo, il tutto per la modica somma di 100 pound

Voglio però soffermarmi su uno dei tre inediti dell’opera: “Man Of War”.

Mentre lo ascoltavo mi è tornato alla mente, non so per quale motivo, Spectre, la non colonna sonora dell’omonimo film.

Anomalia!?

C’è da dire che rispetto ai brani dei Radiohead di OK Computer, Man Of War è una anomalia, non a caso il brano venne scritto per l’album “The Bends”; la voce di Thom non è piazzata “davanti”, ma ha invece un posizionamento quasi a 180 gradi fronte ascolto, la dinamica diversa è dovuta principalmente ad un settaggio del reverbero che ne esalta lo spazio, quindi Man Of War non è ideologicamente missato come gli altri brani, le chitarre hanno un taglio di frequenza diverso, ma sopratutto va apprezzata la parte dell’orchestra che a mio avviso “ricorda” proprio Spectre.

Magari la mia è solo un impressione, ma provate ad ascoltare un brano da Ok Computer, Man Of War e poi Spectre.

Buon ascolto

Prince Faster

Radiohead e l’anomalia Man Of War

 

  • 1.”Airbag”
  • 2.”Paranoid Android”
  • 3.”Subterranean Homesick Alien”
  • 4.”Exit Music (For a Film)”
  • 5.”Let Down”
  • 6.”Karma Police”
  • 7.”Fitter Happier”
  • 8.”Electioneering”
  • 9.”Climbing Up the Walls”
  • 10.”No Surprises”
  • 11.”Lucky”
  • 12.”The Tourist”