In netto ritardo ma ecco i migliori 25 dischi di questi primi sette mesi del 2020.

Come per tutte le classifiche di questo mondo, non esiste quella definitiva perché parliamo di gusti squisitamente personali, per cui le classifiche sono un esercizio di stile assolutamente astratto; c’è però da dire che a mio avviso alcuni di questi titoli saranno imprescindibilmente nelle Top Charts di tutto il mondo, primo tra tutti il meraviglioso album di Fiona Apple.

Da segnalare la spettacolare ristampa di Buddy Rich – Just in Time, il sorprendente capolavoro dei romani 2Hurt e poi via via gli Another Sky, Sepultura, il bravissimo Caleb Landry Jones, gli appassionanti The White Buffalo, per non parlare dello splendido album degli storici The Psychedelic Furs.

Prince Faster

I 25 migliori dischi del 2020 fino ad ora

  1. Buddy Rich – Just in Time: The Final Recording  *****
  2. Fiona Apple – Fetch the Bolt Cutters  *****
  3. 2Hurt – Vampire Wknd Interview *****
  4. Another Sky – I Slept On The Floor ****°
  5. Sepultura – Quadra ****°
  6. Caleb Landry Jones – The Mother Stone ****°
  7. The White Buffalo – On The Widow’s Walk ****
  8. Ka – Descendants of Cain ****
  9. Code Orange – Underneath ****
  10. Beneath the Massacre – Incongruous ***°
  11. Thundercat – It Is What It Is
  12. Run the Jewels – RTJ4
  13. The Psychedelic Furs – Made of Rain
  14. King Krule – Man Alive!
  15. Arca – KiCk i
  16. Fontaines D.C. – A Hero’s Death
  17. Suicide Silence – Become the Hunter
  18. Poppy – I Disagree
  19. Dyscarnate – Enduring the Massacre
  20. Jah9 – Note To Self
  21. Bambara – Stray
  22. Long Distance Calling – How Do We Want To Live?
  23. Haken – Virus
  24. Moses Boyd – Dark Matter
  25. Zealand the North – Brightness of an Endless Light