Itunes e il monopolio degli mp3

1
827 views
Why-This-Girl-Look-Cute

Accade solo nel nostro paese, sempre e quasi per tutto, il monopolio.

Il monopolio di beni detenuti da privati è una delle dittature ancora esistenti in questo paese e solo in questo, nella musica liquida il monopolio è detenuto da Itunes.

Se sono un cittadino italiano e voglio acquistare un file liquido, posso farlo solo sulla piattaforma di ITunes, non posso ad esempio acquistare uno stesso file da una piattaforma americana o inglese o dove meglio mi fa comodo o dove costa meno, è Itunes a decidere il prezzo di un file, e non essendoci concorrenza può liberamente farlo pagare quanto meglio crede.

Un file di un disco appena uscito costa di media 1,20/1,50 €, fino a 2€, negli stati uniti 0,99 centesimi di dollaro pari a circa 0,70 centesimi di euro.

Se voglio acquistare un file no lossy, cioè un file liquido compresso ad alta qualità, se sono un cittadino italiano non lo posso fare, nel nostro paese non esistono piattaforme in grado di offrire tali formati, negli USA si, teniamo presente che oramai il mercato si sta direzionando verso quei formati che a differenza degli inutili e quanto mai dannosi mp3 compressi, suonano decisamente molto meglio

Ma la domanda che mi gira nella testa da sempre è: perchè la gente acquista file compressi quando allo stesso prezzo possono comprare cd fisici!?!??!

prince faster

1 COMMENTO

  1. Grandissimo articolo principe,
    siamo nell’unica nazione al mondo dove invece di esserci una sana concorrenza,
    da cui il cittadino potrebbe ricavare delle agevolazioni,
    le aziende fanno cartello e noi paghiamo sempre tutto carissimo.
    La vergogna italiana è subdola ma continua in tutti i campi,
    guardiamo anche le telefonia.
    Grazie principe per la tua denuncia

Comments are closed.