Il prog metal dubstep degli Algorithm

0
439 views
TheAlgorithm

Arrivano dalla Francia e più precisamente da Perpignan questi due pazzi scatenati in odor di follia.

Tutto nasce dalla mente quantomeno contorta di Rémi Galleno, appassionato di progressive metal ma anche di musica elettronica, così nel 2009 realizza il suo sogno, mettere insieme due generi musicali all’apparenza molto lontani l’uno dall’altro; il djent – progressive metal, e la dubstep, certo a leggerla così sembrerebbe una idea davvero malsana e/o quantomeno poco credibile.

Dal 2012 pubblicano due dischi anche interessanti, al punto che nel 2013 vengono premiati come band rivelazione dell’anno ai Metal Hammer Golden Gods Awards; ma sarà il 2016 l’anno santo del progetto visto che sta per uscire “Brute Force”, disco decisamente impegnativo e fuori dai soliti canoni e preconcetti della purezza del metal.

Il metal si rinnova? forse no visto che in passato esperimenti del genere risalgono agli anni novanta per mano ad esempio dei Circle of Dust, degli Argyle Park e in maniera più trasversale anche negli Infected Mushroom, ma li è solo uno scatto di reni del duo israeilano, qui si parla di un vero e proprio progetto votato a questa pazzesca commistione.

Al momento sappiamo molto poco di “Brute Force” perchè ad oggi è stato pubblicato solamente questo video che ne anticipa l’uscita.

Una bella commistione di generi che fa davvero sobbalzare dalla sedia.

Line Up:

Rémi Gallego – production, mixing and engineering
Jean Ferry – live drums