Il Nucleare è sicuro.

5
681 views
chernobyl_4

 

“Chernobyl è la prova che il nucleare è sicuro” firmato Franco Battaglia.

Ma Franco Battaglia in realtà non è nessuno è solo un povero scemo come me che scrive su un giornaletto che si chiama “il giornale”, niente di più niente di meno, non è un ricercatore, non è uno scienziato, niente di tutto ciò, è uno dei tanti sparacazzate che scrivono sui giornali, quindi direi al nostro Marco Travaglio di non prendersi pena se spara cazzate tanto non lo legge nessuno.

Nel corso del tempo ho intervistato scienziati del Cern di Ginevra, ricercatori di Frascati, l’astrofisico Umberto Guidoni, insomma gente che veramente conosce la

materia e tutti ma dico proprio tutti sia quelli pro sia quelli contro il nucleare dicevano tutti la stessa cosa,  il nucleare non è sicuro! lo dicono persone che hanno speso una vita a studiarlo, a conoscerlo, non un parlamentare qualunque che non sa nemmeno di cosa sta parlando, ecco questi mi spaventano, ho paura di queste figure retoriche di questa gentaccia che decide per noi, è insopportabile l’inettitudine di questi figuri di questi guitti da quattro soldi che decideranno per i nostri figli!!! sono terrorizzato. Ma una cosa è chiara che l’impianto di Fukushima non ha retto neanche per il cazzo!!!

Altre notizie, dopo il disastro del Giappone la Germania la Polonia e la Svizzera fermano in vecchi impianti nucleari, la notizia è di oggi Ansa  ripresa da repubblica pag. 9.

Sempre su La Repubblica a pag. 69 c’è questo annuncio messo a pagamento dalla gifi, chi è la gifi?? è il gruppo imprese fotovoltaiche italiane che scrivono:

Bloccati 28 miliardi di investimento nel fotovoltaico. Ne parlai a suo tempo anche io alla radio, a fronte di uno straordinario obiettivo raggiunto dall’italia che è questo:

“Verso la fine del 2011 sarà raggiunto con nove anni di anticipo il target di 8.000 MW che il Piano di Azione Nazionale sulle fonti rinnovabili ha previsto per l’anno 2020.”

Lo stato cosa fa?!?! blocca i fondi di investimento nel fotovoltaico, vale a dire, una delle poche cose che funzionano, dove cioè i cittadini si rendono conto che le fonti rinnovabili sono meglio del nucleare, il governo li ferma mettendo a rischio migliaia di posti di lavoro senza contare l’enorme danno che procura all’ambiente, perchè il nucleare fa bene.

Questo è un paese del cazzo!!

5 COMMENTI

  1. Aggiungiamo pure che, se il nucleare non è sicuro in paesi seri, figuriamoci nel nostro dove le ruberie cominciano già nella fase dello studio di fattibilità.
    Ma vogliamo guardarci attorno e vedere che qui, spesso, non si riescono nemmeno a fare le strade sicure o le gallerie che non abbiano infiltrazioni d’acqua?
    Avanti con le rinnovabili che almeno non uccidono nessuno.

  2. Sicuramente il nucleare NON è sicuro. Sicuramente in Giappone in meno che non si dica ricostruiranno nuove e più grandi centrali nucleari, e le persone si dimenticheranno presto del pericolo ( e delle conseguenze che Sicuramente avranno in futuro ) e Sicuramente considereranno martiri coloro che moriranno tutti belli fosforescenti, colpiti dalle radiazioni durante questa apocalisse. Sicuramente l’Occidente prenderà le precauzioni pro-forma (vedi la Germania) di chiudere i vecchi impianti ( solo i più vecchi! ), e non appena ci sarà la “necessità”, Sicuramente TUTTO tornerà come prima. Cernobyl è stra-dimenticata. Mi ricordo l’episodio di quando allora ci fu questa fuga di nubi radioattive e venne a Roma un amico ( dopo circa un anno ) , da Miami, dove lavorava per il Governo, con un piccolo rilevatore di radiazioni corporee. Ebbene io ero il più radioattivo di tutti, gli altri lo erano un poco di meno e lui era almeno la metà del nostro valore. Che starano!! E Cernobyl non è dietro l’angolo!! Ancora penso a questo episodio e mi caco sotto ( che non è un bel termine ma rende piena l’idea! ). Per lavoro stampo i progetti anche di società che girano nell’ambito dei rinnovabili e TUTTI si lamentano dello schifo che c’è su questo argomento… Sicuramente possiamo fare qualcosa..quando ci saranno le nuove elezioni..diamoci TUTTI da fare!! ciao

  3. Tanto più che il nucleare che compriamo dalla Francia costa pochissimo, perchè come mi spiegavano gli scienziati del Cern durante una intervista in diretta, una centrale nucleare produce un tot di energia sempre e fissa, quindi quella che viene prodotta da una centrale non sempre può servire al fabbisogno , quella in “più deve essere distribuita perchè non esistono siti di stoccaggio di energia, in altri termini l’energia non è come l’acqua che puoi mettere nelle damigiane.

  4. ciao Principe.
    vorrei dire oltre alle rinnovabili, esiste anche la reazione nuclare da fusione, che funziona con criteri diametralmente opposti a quelli delle centrali esistenti a “fissione”.
    funziona accelerando e facendo collidere atomi di diversa specie tra di loro, ma attenzione:
    la reazione a fusione è aneutronica, cioè non libera neutrini radioattivi.
    magari se conosci qualche esperto ci si potrebbe fare una bella trasmissione e illuminarci un pò.

  5. Vorrei precisare alcune cose dette da HAP.
    La fusione nucleare è certamente una prospettiva interessante per il futuro, ma è ancora in fase di studio. Non esistono impianti di produzione su grande scala, tutto è ancora in laboratorio e secondo alcuni esperti, potrebbe restarvi per sempre.
    Stesso discorso per le centrali nucleari (a fissione) di quarta generazione, quelle che salvano capra e cavoli. Solo studi in corso, non esiste al mondo un solo impianto di produzione. Lo studio di queste centrali sta incontrando innumerevoli problemi tecnici.
    Queste due tecnologie non possono essere oggetto di pianificazione nel medio periodo, nessun governo serio farebbe propaganda in questo senso.

Comments are closed.