Black Heart Rebellion, quando gli sciamani danzano.

0
906 views
the black heart rebellion 1

Colpisce subito per la profonda figurazione e per la irrazionale struttura, violenta asincrona eterna battaglia

che inghiotte il bene e il male, polverizza qualunque punto fermo, decostruzione, esplosione come un mantra continuo perpetuo, che spesso dissimula peripezie musicali che si affiancano ai Doors più sofferenti, ai floyd più pompeiani.

E’ chiaro che gli sciamani ballano e convivono insieme alla morte per tutta la durata del disco, si fanno corrompere dai Velvet Underground e si attorcigliano alle braccia di Wovenhand.

La musica ti inghiotte attraverso selvagge danze mistico pagana urlate con spaventosa forza e rabbiosa violenza quasi a voler distruggere una porta che conduce alla percezione, da embrione diviene adulto struggente il passaggio rapido e quasi iconoclasta.

Il disco sopravanza i consueti aspetti strutturali della canzone che in questo caso assume aspetti a tratti disumani e fuori dai contesti logici modificandosi morfologicamente in una selvaggia battaglia biblica.

Il disco è straordinario, un quasi capolavoro! secondo lavoro per i belgi Black Heart Rebellion imparentanti con gli Amenra, band da me già segnalata.

Black Heart Rebellion – Har Nevo – (Tokyo Jupiter Records)

  1. Avraham
  2. The Woods I Run From
  3. Circe
  4. Crawling Low & Eating Dust
  5. Animalesque
  6. Ein Advat
  7. Gold & Myrrh
  8. Into The Land Of Another