Megaupload, un po di news.

4
1.087 views
megaupload-torna

Chiuso Megaupload mettiamoci l’anima in pace…..ma……

[youtube width=”320″ height=”220″]http://www.youtube.com/watch?v=Z4xWqI3iUlY[/youtube]

Indubbiamente lecita o forse no, una cosa è chiara che chi dice che la rete è libera dice una sciocchezza questo è un fatto, la rete è libera solo se non si toccano interessi corporativi ed economici, si certo possiamo scrivere tutto o quasi quello che vogliamo ma a mio avviso è una libertà con la condizionale. Megaupload è stata chiusa per violazione del copyright, certo, ma ne siamo sicuri?  Megaupload stava per aprire un gigantesco portale audio video per musicisti, una piattaforma multimediale stile i Tunes, ma enormemente più potente e indubbiamente più libera dove qualunque musicista avrebbe potuto vendere la propria musica al prezzo che credeva giusto e anche nel formato che credeva opportuno ad esempio flack 24 bit a 10 centesimi a brano, 20, o 50 ecc.. una piattaforma assolutamente concorrenziale  che avrebbe rotto il monopolio delle grandi corporazioni discografiche le quali attraverso un accordo hanno deciso di fissare i prezzi di vendita,  un dollaro o 1 euro e più ad una qualità audio miserabile cioè 256 Kbps  insomma un vero e proprio cartello che sarebbe sicuramente franato sotto i colpi della nuova piattaforma, si perchè megaupload forte di milioni di utenti avrebbe raso al suolo quel cartello!!!!

Ipotesi? no fatti, perchè chiunque conosceva megaupload sapeva benissimo della sperimentazione che stava effettuando e delle spaventose potenzialità che la nuova piattaforma avrebbe avuto.

read more NEWS su megaupload>>>>

Altre news:

I nostri dati cancellati!

Washington (Usa), 30 gen. (LaPresse/AP) – I dati degli utenti di Megaupload potrebbero essere cancellati già a partire da giovedì. Lo fanno sapere i procuratori federali dello Stato americano di Virginia, che hanno bloccato l’accesso al sito di file-sharing e accusato sette persone di aver facilitato milioni di download illegali di film, musica e altri contenuti. Le aziende esterne ingaggiate dalla società per conservare i dati, Carpathia Hosting Inc. e Cogent Communications Group Inc., potrebbero iniziare a cancellare le informazioni giovedì. Un legale di Megaupload, Ira Rothken, ha spiegato infatti che le autorità hanno bloccato i fondi della società, che di conseguenza non può pagare i subappaltatori. La compagnia, ha aggiunto Rothken, sta lavorando con i procuratori per evitare la cancellazione dei dati. Secondo l’avvocato, almeno 50 milioni di utenti del sito potrebbero perdere i propri file, tra cui foto di famiglia e documenti personali. Le informazioni servono inoltre a Megaupload per potersi difendere in tribunale.

Liberi su cauzione.

Il giudice neozelandese David McNaughton ha così concesso la libertà su cauzione a Bram van der Kolk e Finn Batato, entrambi arrestati nel corso dei raid statunitensi per la distruzione del mega-impero del file hosting.

4 COMMENTI

  1. Scusa Sandro, son ignorante, ma conosco persone che per lavoro si inviavano i loro file audio in quel modo e i dirittti su quel materiale dovrebbero essere loro. Se i dati leciti di molti utenti vengono cancellati non è possibile fare una azione legale oppure nelle condizioni accettate con il servizio era previsto si potessero perdere i dati?

  2. esatto, innanzitutto dobbiamo dire “si inviavano” perchè ora non è piu possibile, so che molti negli stati uniti stanno valutando la possibilità di fare una Class action nei confronti dell’FBI in quanto i loro file erano legalissimi e quindi non violando il copyright dovrebbero essere restituiti, come sai negli USA la violazione della privacy è una cosa veramente molto seria e quindi è possibile che la causa possa partire.
    Ti terrò aggiornato su queste pagine.

  3. che figata questo video, ti mette una carica incredibile!!!

    Per quel che riguarda magaupload Prince i diritti che contano non sono certo quelli dei comuni mortali ma delle multinazionali e purtroppo, al momento, non vedo all’orizzonte nulla che possa cambiare tutto questo anche se certe notizie ci fanno incazzare in tanti.
    Spero che qualcosa succeda prima o poi….

Comments are closed.