Classifiche 2023 nel mondo dei migliori album

0
368 views
Classifiche 2023 nel mondo

Classifiche 2023 nel mondo, qui le liste di alcuni dei maggiori magazine musicali on line.

Come ogni fine anno ci troviamo di fronte ad una quantità indefinita di liste, classifiche di tutti i tipi, nel nostro caso prenderemo in considerazione quelle legate alla musica.

Abbiamo selezionato alcune classifiche scelte tra i maggiori magazine del mondo; ne esce fuori una vera e propria babilonia, con però alcuni punti fermi, o meglio, con alcuni artisti che compaiono in molte liste.

Gli artisti più gettonati, e votati di queste classifiche 2023 nel mondo sono: Olivia Rodrigo, Yves Tumor, boygenius, Caroline Polachek, SZA ecc…

Come scrivo sempre, le classifiche sono uno stile di vita, un gesto onanistico fantastico, un trip per malati veri di musica, in realtà servono a poco o niente se non per il nostro povero ego, quindi facciamocene una ragione e prendiamole per quello che sono, cioè, un divertimento e niente altro.

Prince Faster

Le classifiche 2023 nel mondo dei migliori album

The Wire – (U.K.)

La prima delle Classifiche 2023 nel mondo che andiamo ad indagare è quella di un importante magazine inglese.

The Wire (detta anche Wire) è una rivista di musica d’avanguardia, fondata nel 1982 dal produttore jazz Anthony Wood e dal giornalista Chrissie Murray. Il suo lavoro, inizialmente concentrato su jazz contemporaneo e musica d’improvvisazione, dal 1990 circa si è specializzato in “post-rock” (termine coniato da Simon Reynolds sulle pagine di The Wire), hip hop, musica classica moderna, musica d’improvvisazione e diverse forme di musica elettronica. Al giorno d’oggi la rivista continua a coprire tutti questi generi e altre forme di musica sperimentale. (fonte wiki)

Yo La Tengo – This Stupid World
Philip Jeck & Chris Watson – Oxmardyke
Darius Jones – fLuXkit Vancouver (i​̶​t​̶​s̶ suite but sacred)
Khanate – To Be Cruel
Matana Roberts – Coin Coin Chapter Five: In the garden​.​.​.
Mariam Rezaei – Bown
Irreversible Entanglements – Protect Your Light
Mendoza Hoff Revels / Ava Mendoza / Devin Hoff / James Brandon Lewis / Ches Smith – Echolocation
Cassandra Miller – Traveller Song / Thanksong
Aksak Maboul – Une aventure de VV (Songspiel) (Made To Measure Vol.48)

NME (U.K.)

Tra le più importanti riviste musicali del mondo, forse la più “vecchia” della specie.

Fondata nel 1949, è specializzata in musica rock e sottogeneri, soprattutto indie, ma anche in film e videogiochi. Fu il primo periodico britannico a includere una classifica musicale, che comparve per la prima volta il 14 novembre 1952. (fonte wiki)

boygenius – the record
Olivia Rodrigo – GUTS
Young Fathers – Heavy Heavy
Troye Sivan – Something To Give Each Other
Paramore – This Is Why
Caroline Polachek – Desire, I Want To Turn Into You
Sofia Kourtesis – Madres
Amaarae – Fountain Baby
Mitski – The Land Is Inhospitable and So Are We
Blur – The Ballad of Darren

Billboard (USA)

E’ senza dubbio la più antica e la più importane, venne fondata niente di meno che nel 1894. 

Billboard è una rivista settimanale statunitense dedicata alla musica. Contiene alcune sezioni dedicate alle classifiche, considerate tra le più precise e dettagliate al mondo. (fonte wiki)

Olivia Rodrigo – GUTS
boygenius – the record
Troye Sivan – Something To Give Each Other
Zach Bryan – Zach Bryan
Victoria Monét – JAGUAR II
KAROL G – MAÑANA SERÁ BONITO
Doja Cat – Scarlet
Lil Yachty – Let’s Start Here.
Lana Del Rey – Did you know that there’s a tunnel under Ocean Blvd
Reneé Rapp – Snow Angel

Mojo (U.K.)

La rivista, nota per i suoi approfondimenti sia sui generi popolari che su quelli più di nicchia, è stata fonte d’ispirazione per numerosi altri progetti editoriali inglesi. (fonte wiki)

Fondata nel 1993

Blur – The Ballad of Darren
PJ Harvey – I Inside the Old Year Dying
Lankum – False Lankum
Robert Forster – The Candle and the Flame
Young Fathers – Heavy Heavy
Lana Del Rey – Did you know that there’s a tunnel under Ocean Blvd
jaimie branch – Fly or Die Fly or Die Fly or Die ((world war))
Paul Simon – Seven Psalms
Everything But the Girl – Fuse
Julie Byrne – The Greater Wings

Consequence (USA)

Consequence (noto precedentemente come Consequence of Sound) è un magazine online con sede a Chicago.[2] Consiste in recensioni e notizie riguardanti il mondo dello spettacolo, della musica e del cinema. Fondata nel 2007. (fonte wiki)

Yves Tumor – Praise A Lord Who Chews But Which Does Not Consume
Wednesday – Rat Saw God
Sufjan Stevens – Javelin
billy woods & Kenny Segal – Maps
Caroline Polachek – Desire, I Want To Turn Into You
Jason Isbell and the 400 Unit – Weathervanes
McKinley Dixon – Beloved! Paradise! Jazz​!​?
Zach Bryan – Zach Bryan
Mitski – The Land Is Inhospitable and So Are We
Poison Ruïn – Härvest

Paste Magazine

Tra le classifiche 2023 nel mondo più interessanti, secondo me, c’è quella di Paste che è un mensile statunitense che si occupa principalmente di musica, ma anche di cinema, televisione e in generale della cultura di massa. 2002. (fonte wiki)

Wednesday – Rat Saw God
Sufjan Stevens – Javelin
McKinley Dixon – Beloved! Paradise! Jazz​!​?
Caroline Polachek – Desire, I Want To Turn Into You
Ratboys – The Window
Julie Byrne – The Greater Wings
L’Rain – I Killed Your Dog
Mitski – The Land Is Inhospitable and So Are We
ANOHNI and the Johnsons – My Back Was A Bridge For You To Cross
Sofia Kourtesis – Madres

Metal Injection

Magazine di solo metal, ma come questo ce ne sono tantissimi.

Cattle Decapitation – Terrasite
Insomnium – Anno 1696
Cryptopsy – As Gomorrah Burns
In Flames – Foregone
Sleep Token – Take Me Back to Eden

Time (USA)

Time è un quattordicinale di informazione pubblicato negli Stati Uniti d’America a partire dal 1923. Fino al 2020 è stato pubblicato con cadenza settimanale. (fonte wiki)

Kali Uchis, Red Moon In Venus
Zach Bryan, Zach Bryan
SZA, SOS
Chappell Roan, The Rise and Fall of a Midwest Princess
Jamila Woods, Water Made Us

Pop Matters (UK)

PopMatters è una rivista on-line fondata nel 1999 da Sarah Zupko. Il magazine tratta di cultura popolare e analizza tramite articoli, interviste e recensioni, prodotti e fatti legati a molti settori come musica, televisione, cinema, letteratura, fumetti, videogiochi, sport, teatro, arte, viaggi e internet. (fonte wiki)

Jessie Ware – That! Feels Good!
Durand Jones – Wait Til I Get Over
boygenius – the record
Caroline Polachek – Desire, I Want To Turn Into You
Young Fathers – Heavy Heavy

Rolling Stone (USA)

Rolling Stone è un periodico statunitense di musica, politica e cultura di massa.

Il nome della rivista trae origine dal singolo di Muddy Waters Rollin’ Stone ed ovviamente dalla celebre band britannica dei Rolling Stones. (fonte wiki)

SZA – SOS
boygenius – the record
Tainy – DATA
Lil Yachty – Let’s Start Here.
Olivia Rodrigo – GUTS

Album Of The Year (rock)

Magazine on line dedicato alle novità discografiche.

Corinne Bailey Rae – Black Rainbows
Creeper – Sanguivore
boygenius – the record
Hamish Hawk – Angel Numbers
Heartworms – A Comforting Notion
Foo Fighters – But Here We Are
Wednesday – Rat Saw God
Manchester Orchestra – The Valley of Vision
Olivia Rodrigo – GUTS
Green Lung – This Heathen Land

Los Angeles Time

Ultima tra le classifiche 2023 nel mondo troviamo quella del Los Angeles Times che è un quotidiano statunitense, con sede a Los Angeles, in California, fondato nel 1881 (fonte wiki).

SZA – SOS
Kali Uchis – Red Moon In Venus
Megan Moroney – LUCKY
Ryan Beatty – Calico
Olivia Rodrigo – GUTS

Ti potrebbe interessare:

Classifica album 2022 i migliori 30 dell’anno ma non solo

25 album gennaio giugno 2023 i migliori da ascoltare

10 dischi anni 60 stranissimi che forse non tutti conoscono

La musica italiana cambia ecco 10 artisti emergenti