Ad un Amico.

63
1.852 views
saturday-night-fever-travolta

[youtube width=”350″ height=”300″]http://www.youtube.com/watch?v=IouJU_EDTYU[/youtube]

CONDIVIDI
Articolo precedentePlaylist di Ottobre 2010
Articolo successivoMusica e Petrolio.

63 COMMENTI

  1. mi mancherà, la sua voce ,il suo essere critico ……………mi mancherà tutto. spero che alla radio non cambi l’impronta che LUI a dato. CONDOGLIANZE A TUTTI

  2. Ciao prince

    ho saputo solo ieri notte della notizia… 🙁 ci sono rimasto stranito e pensa Silvia :’-(

    TI e Vi sono vicino,

    Condoglianze ai familiari e a tutta la radio!!!

  3. Non riesco a crederci, avevo notato l’assenza dei D.J. ma mai avrei pensato a questo.
    Addio Paolo, un abbraccio a tutti voi della radio.
    Fabio Angeletti

  4. Ciao Paolo, grazie per aver dato dignità musicale e concettuale nell’etere romano e non solo. Grazie per non esserti venduto ai poteri forti. Vivrai sempre nel mio cuore e spero in tutti gli ascoltatori di RR. Grazie ancora.

  5. ciao paolo , grazie per i pomeriggi passati in tua compagnia con la pausa panino , per i sabati sera e per tutte le volte che mi hai fatto compagnia con la tua musica ,grazie .

  6. ragazzi, ditemi per favore che è solo un bruttissimo scherzo…
    non voglio crederci

  7. Ciao Paolo ;))
    Un grosso abbraccio anche a tutta RadioRock……..con questa splendida canzone ci è scappata anche una lacrima.

  8. Ecco perchè non si sentivano i Dj… riesco a sentire la Radio poco… ma stamattina, oggi pomeriggio e poco fa tornando a casa, tutte playlist automatiche senza nessuno di voi… ho pensato vagamente “è successo qualcosa? guasti? sciopero? litigi fra voi?” , poi ecco che 10 minuti fa mi danno la notizia via email… Non so che dire, persona che mi era ormai “familiare” anche quando potevo non essere d’accordo con quel che diceva (spesso)… sono veramente addolorato, se ne va un piccolo gradito pezzo di vita quotidiana… condoglianze a voi tutti, alla sua famiglia, un abbraccio.
    Claudio
    Roma Tiburtina (pure vicino a voi, sto… )

  9. Ciao ragazzi,
    come mi dispiace, sono addolorato, se ne e’ andato un monumento di RR; sentivo spesso Paolo, e non sempre ero d’accordo con lui, pero’ arrivava dritto al problema, senza tanti giri intorno, Sono vicino alla sua famiglia e alla famiglia di RadioRock.

  10. che dire ?
    l’ho appena saputo “via emilio” in macchina…
    tutti ce ne dobbiamo andare prima o poi (meglio poi…) ma quando se ne va qualcuno che ‘non conosci’ eppure ‘conosci eccome’ non si può che rimanerci di m..
    mi mancheranno i suoi discorsi e le sue incazzature, che spesso mi trovavano d’accordo con lui.

    RIP Paolo.

    un abbraccio a voi tutti e un pensiero per la sua famiglia.

    l’etere è un po più povero.

    mgz

  11. Ho pianto così solo al funerale di un amico…. Anche se personalmente non ti ho mai conosciuto, per me eri un amico……… Mi mancherai. Ciao Paolo, lassù tra le aquile…;)

  12. Ciao Prince.
    Non nascondo che Paolo negl’ultimi anni mi faceva spesso arrabbiare nell’ ascoltarlo. Ma ho sempre avuto un profondo rispetto per la sua libertà interiore e per quello che era riuscito a costruire con la Radio. L’ascoltavo dalla metà degl’anni 80, mi mancherà. Un abbraccio alla famiglia e a voi tutti!

  13. …come altri anche io stamattina, nel lettuccio con la radio che mi faceva da sveglia, sono trasalito alla notizia…

    e ripensando al Mazzullo, apparte il pippone che ho scritto sul mio blog e che vi risparmio, apparte le discussioni con ospiti e ascoltatori (oddio sto ripartendo col pippone), dicevo, apparte tutto, mi viene sempre in mente come il sabato sera stavi lì a sentire la radio, temevi lui partisse con ore di renatone e tiziano ferro, e poi invece ti sorprendeva con supper’s ready e pink floyd vari e… che bello!!!

    gG

  14. ascolto radio rock da tanto, tanto tempo
    un pezzo di me se n’è andato questa mattina ascoltando la radio
    un abbraccio affettuoso alla famiglia ed ai bambini
    forza ragazzi, la radio è ancora viva e mai morirà, anche nel suo ricordo

    Hey hey, my my
    Rock and roll can never die
    There’s more to the picture
    Than meets the eye.

    pablo

  15. paolo, ci mancheranno le lunghe polemeche! anche se alcuni di noi ascoltatori non eravamo d’accordo con le tue idee, hai creato qualcosa di veramente grande che accompagna le nostre giornate, e ai tuoi ragazzi della radio dico:”forza rimbocchiamoci le maniche e continuiamo cio’ che lui con grande determinazione ha fatto nascere”.
    un abbraccio a tutti voi e alla sua famiglia
    elisabetta

  16. …La notizia è arrivata anche quì a Milano…inaspettata…assolutamente inaspettata…
    Domani non potrò essere fisicamente lì, ma vi sono vicino…
    G.

  17. mi mancherà il suo essere polemico, la sua strana anarchia, la pausa panino…. mi mancherà la prossima volta al qube vederlo davanti all’entrata con il perenne whisky in mano…. ciao Paolo, grazie per essere esistito, addio pazzo diamante…

  18. Mi dispiace davvero, definirmi addolorato è dir poco. Qualcuno di voi ragazzi sa come è successo?

  19. ieri sera ero al qube non sapevo ancora nulla…avevo acceso la radio in giornata e mi sembrava strano che nn parlasse nessuno, avevo pensato ad un guasto che ne so….Poi mentre prendevo una birra sul palco Capuano ha dedicato la prima canzone del concerto a Paolo e ho avuto un brivido strano.
    Tutti quelli della mia generazion, io sono dell’82, devono dire grazie a paolo e a radio rock x quanto hanno fatto x noi, per averci dato la possibilità di scegliere una musica diversa, serate diverse, dobbiamo dire grazie per averci dato in qualche modo un identità musicale diversa da quella che hanno sempre passato tutte le altre radio.
    Per tutto questo grazie perchè se siamo come siamo in qualche modo è anche merito vostro, di paolo e di questa radio.

    Un abbraccio enorme, ciao paolo la tua voce libera mancherà

  20. ciao principe…
    se guardi il tuo avanbraccio destro ti ricorderai di me… quello che non sbaglia una linea.
    ascolto la voce di Paolo da almeno quindici anni, fondamentalmente faceva, fa e farà parte della colonna sonora della mia vita, della nostra.

    un era è terminata e inevitabilmente ne inizia un’altra…

    er Mazzullo sarà sempre presente!!!

    KAME

  21. CHE PERDITA!!!Non sempre sono stato d’accordo con Paolo ma ho sempre amato e rispettato la sua grandissima coerenza.Mi e ci manchera’ tanto.Facciamo tesoro di quello che ci ha insegnato e tiriamo avanti, ce lo impone l’affetto e il rispetto che,in tanti anni,si e’ guadagnato sul campo.Un fraterno abbraccio alla famiglia,che non conosco,ma alla quale mi sento legato per questa splendida magia che e’ RADIOROCK ……se vedemo Mazzu’…… gigius

  22. Ciao Paolo, pazzo anarchico, non ero quasi mai daccordo con te, ma ti volevo bene per tutto quello che hai fatto per la musica a Roma, per i ragazzi un pò piu giovani di me che hai accompagnato nella crescita musicale e nello spirito critico. Agli altri: fate che questa radio resti così come Paolo l’aveva voluta. Che la terra ti sia lieve…

  23. che dire…grazie per questa meravigliosa radio, e speriamo che non cambierà troppo da ora in poi
    ciao paolo

  24. Non mi piaceva come la pensava e nemmeno come esponeva le sue idee, ma lo apprezzavo per la sua capacità “manageriale” di tirare su due radio interessanti e gestire un gran numero di iniziative. Un massimalista/manager o un manager/massimalista.
    Ovviamente mi addolora che se ne sia andato ed esprimo tutta la mia vicinanza a chi gli è stato vicino.

  25. Principe, radiorock è per me come un amica, nei momenti più brutti mi aiuta, in quelli belli mi da una carica in più. E tutto questo è merito di chi se l’è inventata, è stata una notizia orribile.
    Il Masulli come lo chiama Armandino o il Barbone come lo hai chiamato a volte tu mi mancherà molto. Ma mi e ci rimane la sua radio. Con i suoi strani Dj, mixer che funzionano male, migliaia di canzoni che nessuna radio passerebbe mai.
    Ciao Paolo

  26. Trasmetteva bellissima musica intramezzandola di qualunquismo ed antipatia.

    Graqzie Paolo per aver dedicato parte della tua vita a RadioRock e quindi a noi.

  27. a tutti noi ci e scappata una lacrima per una persona che non conoscevamo ma stava sempre con noi …questa e la radio fatta con cuore …questa e RadioRock…la radio che Paolo e tutti i ragazzi hanno messo in piedi …..Ciao Paolo rip…..

  28. In ricordo di Paolo
    Vorrei testimoniare l’affetto e la stima nei riguardi di Paolo.
    La tua scomparsa ci addolora e colpisce tutti in prima persona, perchè sei stato per noi un grande amico con cui condividere la nostra vita, tra musica e discorsi.
    Rimane di te l’immagine non solo di un uomo che si è fatto da solo, ma che si è impegnato civilmente anche per gli altri. Resta la tua profonda umanità.
    Con l’augurio che i nostri messaggi d’affetto ti giungano anche ora.

  29. Una volta, una delle poche volte che mandai un messaggio a Paolo fu perchè nn riuscivo più a tenermi dentro qualcosa sulla malattia e la morte di mio padre e lui tirò fuori un grande Umanità, confortandomi con poche parole.
    La grandezza e la bontà di una persona si vede dalle persone che ha accanto, al suo fianco , da quello che trasmette e quello che Crea…lui ha creato tanto e ha dato tanto con il suo scontro-confronto.
    Grazie Paolo
    Sei una di quelle persone he sono difficili da dimenticare…e sono contento di questo .

  30. Aveva la mia età, ed ad occhio e croce provenivamo dalle medesime esperienze, (qualcuno mi ha detto che ogni uomo è un prodotto storico) aveva la capacità di farmi perdere le staffe in trenta secondi netti, perchè partiva da affermazioni da me condivise ed arrivava, con ragionamenti assurdi in cui affermava tutto ed il contrario di tutto, a conclusioni a me spesso avversate; in altri casi era l’opposto affermazioni avversate con conclusioni condivise. In qualche caso come silente ho cambiato stazione in altri momenti lo sono stato comunque a sentire fino all’ultimo. Da tutto quello che si legge sul web stava sui coglioni a parecchi, ma prince e giannotti hanno sempre fatto trasparire un senso di rispetto nei suoi confronti, il che significa che a suo modo era un grande. Orgoglioso di quello che aveva fatto, forse per questo risultava antipatico. Prince facci sentire la sua musica

  31. Ciao paolo, non perdere la tua grinta ovunque tu sia diretto.
    Un abbraccio alla radio, e un caro saluto alla famiglia

  32. …sono più di 20 anni che vi ascolto… il rock l’ho scoperto e conosciuto ascoltandovi, non avrei mai ascoltato certe cose senza la vostra radio ne credo avrei cominciato a suonare uno strumento senza i vostri suggerimenti musicali…fate parte della mia crescita e del mio bagaglio di cultura musicale. E’ la morte di un padre… il vostro, il nostro,… e come un padre, è sempre contestabile dai propri figli, la cui perdita però crea un vuoto incolmabile.

    Mi viene solo da dire, e forse gli potrebbe piacere, in alto i cuori, sursum corda, mette su il vostro pezzo preferito e dedicateglielo.

    Condoglianze a tutti voi. Ciao Paolo.

  33. c’è poco da dire in queste occasioni tristi ,siamo tutti orfani di un padre ,un padre che lascia la propria figlia Radio Rock ; cherimane in eredità a tutti noi .

    Ciao Pà

  34. ciao Prince..ho iniziato il mio percorso musicale con RadioRock più di 20 anni fa,quando mi ritrovai a fare colletta tra la gente per aiutare la radio con le spese.Tutti voi siete sempre stati mie fratelli maggiori.Paolo,col suo caratteraccio,mi ricordava sempre che la durezza poteva anche essere positiva.
    Torno a Roma oggi dopo vari giorni senza radio e questa notizia mi ha messo ko.Radio Rock è la mia famiglia musicale ed ora “uno di noi” se ne è andato per sempre.Però sono convinto che lui ci direbbe:..dai sù,mettete un pò di musica e facciamo festa tra amici.
    ciao Paolo….RIP ovunque tu sia e mandaci sempre la tua ottima musica…

  35. Ciao Paolo, quanto mi facevi incazzare a volte per radio… e quante volte mi veniva voglia di cambiare stazione quando c’era tu con i tuoi polemiconi… però poi una volta cambiata la frquenza mi accorgevo sempre che le altre radio erano vuote…. tornavo sempre all’ovile!
    certo che è strano star qui a pensare da due giorni ad una persona che neanche conoscevo dal vivo e a domandarmi come sia possibile, come è successo, e a cercare info su internet!

    Sentite condoglianze a tutti voi della radio, e in particolar modo alla sua famiglia!!!

    Ciao Paolo….

  36. Purtroppo perdiamo una persona fuori dal comune, rara, controcorrente e che spesso andava contro il buonismo omologato di una certa sinistra che tanto ha fatto del male all’italia e alla sinistra stessa…per questo motivo era molto avversato..
    Spesso non ero d’accordo con lui, era eccessivoi a volte, ma quando lo sentivo parlare rimanevo incollato alla radio perchè non era mai banale e in qualche modo ci faceva riflettere..perchè le verità assolute non esistono…in qualsiasi campo..
    I suoi gusti musicali erano particolari, anche stravaganti, ma riflettevano il suo carattere e, a noi amanti di buona musica rock, ci faceva capire che una persona può emozionarsi anche sentendo gli 883…e quindi che tutto è relativo..
    Però…proprio perchè persona di spessore, quando voleva mettere musica seria…i pink floyd erano la sua prima scelta….

  37. forzatamente ecessivo, un po’ matto, controcorrente, mai scontato… sembrava dirti, io sono qui e sono eccessivo, ti staro’ sul cazzo… ma il pollo sei tu che non hai il coraggio di vedere oltre il tuo naso…!!
    oggi il rock e’ rinato, diverso si’… ma oggi e’ facile proggrammarlo… in una delle sue molteplici forme, ma per creare 25 anni fa’ una radio che si basasse solo sul rock puro, quando il rock… non esisteva piu’.. quando la gente era rincoglionita da anni di boy george o cyndy lauper e gente da ibiza… dovevi essere per forza eccessivo, controcorrente, non scontato… parecchio matto!! e noi polli a capirlo solo oggi!!
    articolo 21 per sempre

  38. E chi se l’aspettava che avrei avuto in serbo ‘ste lacrime per quel rompipalle lì?
    …….. Ma in fondo lo sapevo che ti volevo bene, come tu a tutti noi.
    Ciao Capo!
    Un abbraccio a tutta Radio Rock

  39. Ciao Paolo! Un salutone al caro amico dei sabato sera..non ti scorderò mai grazie a Radio Rock.
    Emiliano

  40. Ho appreso la notizia al mio rientro da cagliari venerdì. Sono rimasto sconcertato senza parole. Mi sono scese per la prima volta lacrime per una persona bella e rompiballe ma che non conoscevo di persona. Ho seguito la trasmissione di Sandro e Oreste ecc..e credo che sia paciuta anche a lui.

    Ciao Paolo

  41. Come dj non mi piaceva. Non mi è mai piaciuto.
    Ma:
    – se sono cresciuto ascoltando rock lo devo anche alla sua radio.
    – se mi sono divertito passando dei bellissimi momenti con i miei amici nelle varie serate danzanti lo devo anche a lui.
    Abito all’estero, e continuo ad ascoltare radiorock. Mi dà un senso di appartenenza e mi trasmette un amore per la musica che mi fa star bene.
    Tutto questo pel dire che questo signore ha fatto qualcosa per me. Qualcosa di incredibile.

    Grazie Paolo

Comments are closed.