The Best Albums of 2011

20
1.487 views
Sigur-Ros-380x270

Quello di riuscire a sintetizzare quanto di bello ho ascoltato è un gesto atletico difficilissimo, ma alla fine tutto si riassume in 33 dischi? non credo,  però questi sono alcuni dei tanti che mi sono passati per le mani e che mi hanno maggiormente coinvolto.

Colgo l’occasione per augurare a tutti voi un 2012 pieno di musica.

Con sincero affetto,

prince faster.

 

 

Best album 2011

1)  James Blake – James Blake (Atlas)

2)  Scroobius Pip – Distraction Pieces (Speech Development)

3)  Mutemath – Odd Soul (Teleprompt)

4)  Beth Hart & Joe Bonamassa – Don’t Explain (J&R)

5)  Sigur Ros – Inni (XI)

6)  Colaris – The Disclosure EP (Creative Comm.)

7)  Steven Wilson – Grace For Drowing (Kscope)

8)  Radiohead – The King Of Limbs (Tbd)

9)  TotorRo – All Glory To John Baltor (Tokyo Jupiter rec.)

10) Clams Casino – Instrumental (Self R.)

11) Solar Fields – Until We Meet The Sky (Ultimae Records)

12) Mater Suspiria Vision – Ultra Rare Trax (Chantasma Disques)

13) Myrath – Tales Of The Sands (Nightmare)

14) Kill it Kid – Feet Fall Heavy (One Little Indian)

15) Beirut – The Riptide (Pompeii Records)

E gli splendidi altri 18

Matana Roberts – Coin Coin Chapter One Gens De Couleur Libre (Constellation)

Alabama 3 – Shoplifting 4 Jesus (Hostage)

Tune Yards – Whokill (4AD)

Little Axe – If You Want Loyalty Buy a Dog (On-U)

Aches – Fine Tongue EP (Exitab)

Pleq – Secret Thirteen Mix 001 (Secret Thirteen Journal)

Dewolff – Orchards Lupine (Music Records)

Oneohtrix Point Never – Replica (Mexican Summer)

Ocoai – The Electric Hand (Missing Word rec.)

Zaz – Sans Tsu Tsou (PID)

Gary Clark Jr – Bright lights EP(warner)

Skrillex – More Monsters And Sprites EP (Big Beat Records)

Bon Iver – Bon Iver (Jagjaguwar)

Bass Communion – Cenotaph (Tonefloat)

Laki Mera – The Proximity Effect (Just Music)

Xilent – Skyward EP (Audioporn)

Lovesliescrushing – Ghost Colored (Creative Comm.)

Danny Brown – XXX (Fool’s Gold)

20 COMMENTI

  1. …caro prince,ho una gran voglia di risentirti,questo te l’ho già detto,che vuoi farci,avvolte i fans sono ripetitivi.giacchè non ho capito come tornerai,ma soprattutto dove,se puoi,lascia scritto da qualche parte una traccia,così farai la soddisfazione di molti che non ce la fanno a venire nei locali,vuoi per mancanza di tempo o per altri motivi,ma ti seguono,anzi,ti seguivano per radio.con affetto.lapis

  2. Ciao Prince, premetto che ascolto musica di quasi tutti i generi e sono ben disposto a qualsiasi tentativo di sperimentazione.
    Ho ascoltato le prime 15, che purtroppo mi hanno confermato che la nostra cara musica in questo ultimo decennio si trova in una situazione di coma profondo.
    Veramente secondo te si possono paragonare queste tracce alla grande musica dei 60 70 80 e, in misura minore, 90 ?
    Ma erano altri tempi, altra ispirazione, altri ideali.
    Naturalmente questa è solo la mia opinione e apprezzo comunque il tuo tentativo di trovare qualcosa di interessante anche in questo 2011.
    P.S. PJ Harvey qui dentro ci stava comodamente

    • Sil:
      Assolutamente no, niente si può paragonare alla musica degli anni 60 e 70 e mi fermo qui.
      Devi tener presente che la musica è figlia della sua epoca, accostare la musica degli anni 60/70 a quella di oggi non è possibile in quanto questa musica nasce oggi, certo è che ci sono musicisti che stanno faticosamente tentando strade alternative e sperimentano nuove forme e modi alla ricerca di una propria identità.
      Diciamo sempre che quelli erano i tempi belli della musica anche a costo di sembrare anacronistici (ma chissenefrega), certo! ma io da appassionato di musica come te amo guardare avanti con spirito critico si ma sempre con un orecchio a Jimi Hendrix, fermo restando che se dovessi fare un sondaggio tra tutti i navigatori di questo blog probabilmente ci sarebbero diecimila classifiche una diversa dall’altra, per fortuna!!!
      PJ Harvey mi è piaciuta, cosi come mi sono piaciuti gli Unexpect per esempio, però non mi hanno stimolato al punto di piazzarli nella lista.
      saluti musicali
      faster

  3. TI lascio la mia allora 😀
    1. pj harvey
    2. joan as police woman
    3. anna calvi
    4. black keys
    5. puscifer
    6. dead skeletons
    7. florence + the machine
    8. james blake
    9. lou reed and metallica (per il coraggio)
    10. adele
    in ordine sparso mi sono piaciuti i nuovi di: bon iver, josh t pearson, tune yards, radiohead, girls, washed out, st. vincent, low
    ne devo ascoltare ancora tantissimi T__T
    grazie prince delle dritte 😉

  4. Prince grazie per la lista, di sicuro mi andrò a recuperare qualche titolo!
    …e per condivisione, umilmente ti mando la mia:

    dischi più belli ascoltati (e usciti) nel 2011:
    Rhapsody of fire-From Chaos To Eternity
    Leprous – Bilateral

    dischi usciti nel 2011 a cui ho dedicato più di un ascolto e che mi hanno colpito (chi +, chi -), in ordine sparso:
    Evaline – Woven_Material
    And You Will Know Us By The Trail Of Dead – Tao Of The Dead
    Opeth – Heritage (nonostante lo shock iniziale per l’assenza del growl, alla fine si sente che è un gran bel disco)
    Protest The Hero – Scurrilous
    UneXpect – Fables Of The Sleepless Empire
    Steven Wilson – Grace For Drowning
    Mastodon – The Hunter
    Machine Head – Unto The Locust
    Lost In Thought – Opus Arise
    Le Orme – La Via Della Seta
    Kerretta – Saansilo
    Fleshgod Apocalypse – Agony
    Dream Theater – A Dramatic Turn Of Events (sottovalutato all’inizio, ma poi rivalutato)
    Devin Townsend Project – Deconstruction
    BaK – Sculpture
    Anathema- Falling Deeper
    Whitesnake – Forevermore (mitico Coverdale!)

    in ascolto al momento:
    The Jelly Jam – Shall We Descend (un trio, una garanzia)

    disco delusione: Dredg – Chuckles And Mr. Squeezy (peccato, amavo questo gruppo, ma ora hanno toccato il fondo!)

    ciao e grazie

  5. per ora mi piace “the Giant snake that eats Itself”, Pray on me (WOW!)
    e James Black, va be’ che te lo dico a fa…romantik
    le sto ascoltando piano

  6. James Blake se la merita proprio la testa della classifica,era dai tempi de “L’ombrello e la macchina da cucire” di Battiato che non ascoltavo una cosa cosi’ innovativa,che altro posso aggiungere..
    Forse io avrei messo un po piu’ in evidenza Puscifer che considerato quello che fa con i Tool direi che anche Maynard ha fatto un bel passo avanti in questi ultimi tempi,colui che fino ad un anno diceva ai giornalisti che “le tastiere non esistono” hehehehe,sara’ duretta per i Tool il prossimo disco,perche’ se faranno le loro solite cose risulteranno per forza di cose “Old” per non dire ripetitivi se messi a confronto con questo lavoro solista.

    Buon Anno Sandro!!!

  7. MI MANCHI!!!!!!!! CI MANCHI!!!!! Grazie per la playlist!!!! La radio ha bisogno della tua voce…Buon 2012

  8. Grazie per la playlist. Mi dispiace ma MI MANCHI terribilmente…prima c’erano delle certezze per sentirti ..adesso sono costretta di consultare i vari siti per aggiornarmi…la radio ha bisogno della tua voce!!!! WANTED! Buon 2012

  9. La colonna sonora di “This must be the place”, la raccolta dei R.E.M…..e tanto altro ancora, fra cui molti di quelli che mi hai fatto conoscere tu…. 🙂
    W la bella musica!!! W Prince!!! (P.s.: fino a qualche anno fa per me, romanista sfegatata, il principe era uno solo…..ORA SEI TU!!!)
    un abbraccio,
    Franci

  10. Fine anno tempo di bilanci ,non essendo cosi’ aggiornato come gli altri amici ho stilato una mia personalissima classifica (dove pero’ non c’e’ un primo o un ultimo posto), che copre vari decenni (generi e generazioni) , spero possa piacere e dare anche uno stimolo per riascoltare e magari scoprire per la prima volta alcuni di questi album (anche se sara’ difficile visto che in gran parte si tratta di capolavori ), buon ascolto e buon 2012 a tutti !!!!

    Questi i 35 dischi per una eventuale “lista della spesa” :

    – In The Court Of The Crimson King (King Crimson – 1969).
    – Foxtrot (Genesis – 1972).
    – Meddle (Pink Floyd – 1971).
    – Deep Purple in Rock (Deep Purple – 1970).
    – Tarkus (Emerson Lake & Palmer – 1971).
    – Led Zeppelin III (Led Zeppelin – 1970).
    – Storia di un minuto (Premiata Forneria Marconi – 1972).
    – Valentyne Suite (Colosseum – 1969).
    – Shine on Brightly (Procol Harum – 1968).
    – Angel’s Egg (Gong – 1973).

    – Harvest (Neil Young – 1972).
    – Déjà vu (Crosby, Stills, Nash & Young – 1970).
    – Third (Soft Machine – 1970).
    – Fragile (Yes – 1971).
    – Darwin! (Banco Del Mutuo Soccorso – 1972).
    – Acquiring the Taste (Gentle Giant – 1971).
    – Quatermass (Quatermass – 1970).
    – U.K. (U.K. – 1978).
    – Song For America (Kansas – 1975).
    – Metal Fatigue (Allan Holdsworth – 1985).

    – The Snow Goose (Camel – 1975).
    – Tilt (immagini per un orecchio) (Arti E Mestieri – 1974).
    – Hot Rats (Frank Zappa – 1969).
    – Romantic Warrior (Return To Forever – 1976).
    – Euphoria Morning (Chris Cornell – 1999).
    – Superunknown (Soundgarden – 1994).
    – Thick as a Brick (Jethro Tull – 1972).
    – Images And Words ( Dream Theater – 1992).
    – Achtung Baby (U2 – 1991).
    – Use Your Illusion VOL. I – II (Guns N’ Roses – 1991).

    – Master of Puppets (Metallica – 1986).
    – Ok Computer (Radiohead – 1997).
    – Ten (Pearl Jam – 1991).
    – Secrets of the Beehive (David Sylvian – 1987).
    – Coma Divine – Recorded Live in Rome (Porcupine Tree – 1997).

  11. ciao prince,
    nell’unirmi allo stupore degli altri per la mancanza del disco degli opeth (in vinile è stupendo), aggiungo che secondo me il lavoro dei radiohead è il peggiore che abbiano mai fatto.
    una delusione pazzesca!
    ovviamente sempre secondo i miei gusti eh…

  12. Ciao Prince,

    sono il ragazzo che ti ha segnalato ODD SOUL dei MUTE MATH. Sono contento che durante quel periodo un po’ travagliato tu sia riuscito ad ascoltarli ed apprezzarli. Ho potuto contraccambiare il favore dei tanti dischi consigliati da te.
    Se mi permetto c’è un dischetto niente male di psichedelia proveniente dall’Australia Tame Impala Innerspeaker.
    Saluti

    • ciao e grazie per la drittuccia, i Tama li conosco ma quel disco li no. volo a cercare!!!! grazieeeeeeeeeeeee

Comments are closed.