Polyphia e il nuovo mostruoso disco New Levels New Devils

0
708 views

Sono delle bestie, sono giovani e suonano davvero come Cristo comanda.

Mi perdonerete se mi esprimo in questi termini, ma i Polyphia per me sono veramente dei pazzi scatenati, giovanissimi e folletti musicali.

Polyphia nascono ufficialmente nel 2010, la primissima produzione risale al 2013 quando pubblicano il rudimentale (si fa per dire) “Inspire“. Il disco, dai lineamenti ancora un po confusi, è un lavoro adolescenziale ma che tratteggia già da subito le capacità e lo stile della band di Dallas.

Il nuovo disco, che presumibilmente uscirà tra ottobre e novembre, si chiamerà “New Levels New Devils“. I’album è anticipato da due brani spettacolari, “O.D” e sopratutto “G.O.A.T.“, dove il quartetto esprime forse uno dei momenti più alti di tutta la produzione; impossibile seguirli nelle metriche che mutano ogni 4 battute, gli stop and go sono perpetui e dai contrappunti decisamente folli.

Geniacci e divertenti, i Polyphia sono ad oggi una delle formazioni che più apprezzo, non solo per la qualità della musica che esprimono, ma anche perché riescono a farmi pensare che la musica non è sempre  e solo canzoncine fatte da due accordi, tette e culi al vento, tra spiagge e figuranti ipertrofici.

Prince Faster

Line Up:

Timothy Henson – guitar
Scott LePage – guitar
Clay Gober – bass guitar
Clay Aeschliman – drums

Discografia:

Muse (2014,
Renaissance (2016)
New Levels New Devils (2018)

EP

Inspire (2013)
The Most Hated (2017)
Demos
Resurrect (2011)

Single:

LIT (2017)
CAPRA (2018)
OD (2018)