Peter Gabriel Solsbury Hill 2017 il video racconto live dal 1978 al 2013

0
1.155 views
Peter Gabriel Solsbury Hill
Peter Gabriel Solsbury Hill

Solsbury Hill venne pubblicata il 25 febbraio 1977, è stato il singolo del primo album di Peter Gabriel solista.

Solsbury Hill la conosco a menadito e in tutte le versioni live possibili e immaginabili, ma in questo formidabile video, montato egregiamente, Peter Gabriel decide di raccontarsi e raccontare trentacinque anni di vita, dal 1978 al 2013 in quattro minuti.

La scelta di fare di questa canzone il percorso di una vita è davvero significativo, visto che Solsbury Hill è sopratutto il racconto della rinascita di Peter Gabriel dopo l’uscita dai Genesis che avviene nel 1975, alla fine del tour di The Lamb Lies Down on Broadway. 

Il racconto è una visione quasi spirituale e frutto di una decisione tranciante, e cioè quella di abbandonare la band: “Mi rassegnai a stare in silenzio i miei amici mi avrebbero preso per un pazzo…le porte aperte si sarebbero presto chiuse….la mia vita era una routine…pensavo sempre a cosa dire a quali legami tagliare….me ne uscii fuori dal meccanismo col cuore che mi batteva a mille”.

Il nuovo Gabriel è un altra persona, così come il nuovo corso musicale che rende palese quanta distanza c’era tra lui e i Genesis: “nessuno ha messo loro delle etichette
mostrerò un altra parte di me”; Solsbury Hill è la narrazione di una decisione sofferta, ma racconta anche la felicità di intraprendere un cammino diverso e nuovo.

Guardarlo invecchiare attraverso questa canzone è emozionante e commovente, un viaggio lungo 35 anni accanto a musicisti di primissimo livello; da questo video emerge una figura serena, divertita e finalmente libera. Peter Gabriel si diverte come pochi artisti riescono a fare quando sono sul palco.

Il video è stato pubblicato il 3 marzo 2017 sulla sua pagina ufficiale e sul suo canale youtube, per festeggiare il quarantesimo anniversario dall’uscita del suo primo album.

Rockpalast (1978), Live in Athens (1987), Secret World Live (1993), Growing Up Live (2003), New Blood Live (2011) and Back To Front (2013).

Testo

Risalendo la collina di Solsbury
avrei potuto vedere le luci della città
soffiava il vento, il tempo si era come fermato
un’aquila volava via nella notte
c’era qualcosa che mi osservava
venne vicino, udii una voce
che mi fece tendere ogni nervo
la dovevo ascoltare,non avevo scelta
non credevo a quello che mi stava dicendo
dovevo solo affidarmi all’immaginazione
mentre il cuore mi batteva a mille
– figlio, – mi disse – raduna le tue cose
sono venuto per portarti a casa.

Mi rassegnai a stare in silenzio
i miei amici mi avrebbero preso per un pazzo
che voleva cambiare l’acqua in vino
le porte aperte si sarebbero presto chiuse
così vivevo di giorno in giorno
la mia vita era una routine
pensavo sempre a cosa dire
a quali legami tagliare
mi sentivo parte di una scena
me ne uscii fuori dal meccanismo
col cuore che mi batteva a mille
– hey – mi disse – raccogli le tue cose
sono venuto per portarti a casa

E dunque l’illusione tesse la sua trama
non sono mai dove voglio essere
e la libertà volteggia
quando penso che sono libero
osservato da sagome vuote
che chiudono i loro occhi ma possono ancora vedere
nessuno ha messo loro delle etichette
mostrerò un altra parte di me
oggi non ho più bisogno di un sostituto
dirò loro cosa significava il sorriso sulla mia faccia
col cuore che mi batteva a mille
– hey – dissi – potete tenervi le mie cose
sono venuti loro per portarmi a casa.

Tracklist

Moribund the Burgermeister
Solsbury Hill
Modern Love
Excuse Me
Humdrum
Slowburn
Waiting for the Big One
Down the Dolce Vita
Here Comes the Flood

Peter Gabriel