Mag-Lev il giradischi a gravità zero la rivoluzione nell’Hi Fi

0
1.409 views
Mag-Lev2

L’estate è arrivata e quindi fa caldo, le idee spesso sono confuse e la musica si scioglie sotto i virulenti colpi dello streaming di Spotify

Esistono però, io lo so, quelli che ancora vogliono ascoltare la musica ascoltandola per bene, cioè sentire ad esempio tutti gli strumenti musicali, i cori, il basso, e perchè no anche il triangolo; d’altronde che senso avrebbe passare giorni e giorni in uno studio di registrazione a mixare, suonare, dare il “colore” ai suoni, panpottare, mettere effetti, fare assoli!?!? se alla fine invece di ascoltarlo, un disco, lo si intuisce appena in mezzo ad una miriade di rumori che tutto sono tranne che musica!?

Passo da un estremo all’altro e me ne vanto, quindi mi interessa davvero poco essere “friendly”, per cui ecco qui ciò che le nuove tecnologie, le start up, i ricercatori stanno sperimentando per rendere il mondo della musica più bello e fedele, come fosse un buon cane da tartufi.

Magia, iperbole tecnologica, deliri audio-fili, si lo so il suffisso è fesso e banale però ha il suo senso anche se fa un po senso.

Mag-Lev il giradischi a gravità zero

Sono oramai passati quasi due anni da quando la start up Slovena MAG-LEV, fece tremare il mondo dell’HI Fi con una invenzione a dir poco rivoluzionaria: il giradischi a levitazione magnetica, detto anche a “gravità zero”.

All’epoca ne parlarono e ne scrissero tutti i maggiori portali di HI FI, Hi End, di musica e audio del mondo; ma che fine ha fatto?!? la start up è riuscita a mettere in produzione questo giradischi!?

Mag-Lev

Come funziona Mag-Lev

Tutto si basa sulla “forza” magnetica e quindi sulla assoluta assenza di attrito tra cinghie, motori, perni ecc… in pratica il paradiso degli appassionati di musica e di vinile.

Il prezzo!? a dirla tutta il giradischi in questione non costerebbe neanche una cifra iperbolica; sul sito di Mag-Lev il prezzo è fissato intorno ai 1000 dollari, diciamo che se effettivamente funzionasse sarebbe veramente una macchina rivoluzionaria.

Quando il giradischi è su “stop” si alzano quattro perni che bloccano il piatto, poi quando si fa partire il giradischi, i perni scendono ed il piatto inizia a girare su un “cuscino” magnetico.

La tecnologia che è stata usata per questo giradischi è “simile” ai treni a levitazione magnetica (Maglev) che si trovano in: Germania, Cina, Giappone, Inghilterra e via dicendo.

Altre tecnologie

Tra i tanti giradischi Hi End che adottano tecnologie a basso attrito possiamo ricordare quelli con il motore separato ma a cinghia, quelli con le molle ad aria, o per andare su qualcosa di vagamente simile alla tecnologia Maglev, c’è il pluri premiato Vyger.

Vyger

Vyger è un giradischi a sospensione d’aria; in parole povere c’è un compressore che provvede a tenere staccato il piatto dal resto del corpo attraverso un sottilissimo (micron) cuscino d’aria; l’inventore di questa tecnologia e del marchio, è un italiano, si chiama Giuseppe Viola.

Questo giradischi ha un unico difetto, almeno per le mie tasche, costa circa 50.000 €

v-y-g-e-r-atlantis-iv-generation

Mag-Lev

Su Indiegogo e kickstarter, la start up di Lubiana ha raggiunto la ragguardevole cifra di quasi 700.000 mila dollari, gli aggiornamenti sulla produzione sono costanti e raccontano le difficoltà affrontate per raggiungere quegli standard qualitativi che la Mag-Lev si è prefissata.

Non ci resta che attendere l’esito della ricerca del team, per vedere, ma sopratutto per ascoltare questo rivoluzionario giradischi.

Prince Faster

Mag-Lev1

Mag-Lev Aggiornamenti

Il 5 luglio 2017 il team aggiorna gli utenti di Kickstarter:

Dear Backers,  

It’s time to get to the short but important update number 5. Let’s address the evermore question from our backers. How are we doing in terms of parts, production and the delivery of the product? It is extremely hard to put everything that’s been going on in words, but here’s a short recap to answer the question.  

1

We have chosen all of the parts. Most have already been ordered, some await order confirmation. This process of ordering parts has been a struggle, for we had to find the right suppliers that would have the desired quality, origin of manufacturing, pricing and the supply capacity we need in order to fulfill your orders.

2

For the start of production, which we will be orchestrating by ourselves, we need all the parts. Not just the ones we have ordered, but also the ones we have to make. These are the parts that come from finished tooling. We’ve began with the tooling process a while back and on schedule, but came across an issue that we have already resolved, but it will take some time to modify the tools to get the finished product and the right finish.

3

Initially, the levitating platter was going to be made out of ABS Plastic. Due to precision and durability that we want to achieve, we’ve had to change the material to 80% ABS Plastic and 20% Glass Fiber.

This changes the tooling as well as the injection process. It will take some extra time to figure this out, to get the desired quality of the levitating piece, which is imperative for the quality of the turntable.

4

It is also taking us a little longer to develop the mechanisms we have installed in our tonearm. Since we will be switching to a higher quality one, we also needed to redo the workings behind it.

Not only that, we are considering your suggestions and we’re adding extra sensors for stability to make sure we achieve the best sound possible. We understand that the wait is hard, but at the end you will be getting an even better product that was presented to you in the campaign, so hopefully it makes up for it.

5

With these setbacks, we still hope we will be able to get the product finished with no more than a month or two delay, for which we apologize to everyone.

Please understand the complexity of the project and that we wish to give you guys only the best for your contribution, even if it takes a bit longer. We also want to remain completely transparent when it comes to the process and will be letting you know about any new progress, so you can be as involved as possible.

In case you have any questions, you know where to reach us and we’ll be happy to answer them in a timely manner.

Yours truly,

MAG-LEV Audio Team