Il prodigio Nathan Fake e il singolo Rvk

0
227 views
Nathan Fake_providence

Il ragazzo prodigio di Norfolk ha pubblicato “Providence” quarto album, e primo per la Ninja Tune.

Nathan Fake è uno dei musicisti techno/ambient/progressive più interessanti e dotati di tutta la scena musicale elettronica inglese; all’età di venti anni pubblica “Outhouse” brano che nel giro di pochissimo diventa un piccolo caposaldo di genere.

Ha estro e creatività Nathan Fake perchè riesce a scrivere suoni, e dare colori alle timbriche come pochi sanno fare ed è questo che lo rende davvero interessante. Provindence esce a distanza di cinque anni da Steam Days; dopo un lungo periodo di riflessione il portentoso ragazzo di Norfolk pubblica un racconto psichedelico sensazionale, una esperienza musicale che va fatta anche se non amate il genere musicale, perchè un disco come questo apre la mente verso mondi e territori inaccessibili.

Interessante l’intervista che Nathan Fake ha rilasciato qualche giorno fa a Tom Fenwick, redattore di Fact.

RVK è enigmatico al limite del chimerico.

Nathan Fake – Discografia:

Album:

Drowning in a Sea of Love (2006) – Border Community
Hard Islands (2009) – Border Community
Steam Days (2012) – Border Community
Providence (2017) – Ninja Tune
E.P.
Outhouse (2003) – Border Community
Watlington Street EP (2004) – Saw Recordings
The Sky Was Pink (2004) – Border Community
Dinamo EP (2005) Traum Schallplatten
Silent Night (2005) – Border Community 7″ release
Drowning in a Sea of Remixes (Remix EP) (2006) – Border Community
You Are Here (2007) – Border Community