Il giradischi Technics 1200 è tornato

0
646 views
technics-sl-1200-gae

Il sogno di tutti i DJ, è uscito il nuovo Technics SL 1200 GAE limited edition

E’ stato e resterà il giradischi più famoso al mondo, il più venduto, il più performante, indistruttibile, con un motore che non si rompe mai, braccio anch’esso resistentissimo, scocca da assalto alla baionetta, pesava e pesa quasi 20 kg, è lui il re incontrastato delle discoteche di tutto il mondo.

Non è però mai stato un giradischi per audiofili, quelli storcevano il naso solo a guardarlo, o meglio, hanno smesso di storcerlo solo recentemente grazie ai “tweak e trick” che appassionati di vinile di tutto il mondo hanno apportato all’apparecchio, e qui potremmo aprire un capitolo a parte (che non apriremo) lungo diverse pagine; possiamo però affermare con le dovute cautele, che pur non facendogli nessuna modifica il giradischi suona molto bene, telaio rigido, motore a trazione diretta, per cui centrale sul perno per un avvio fulmineo, più veloce di lui forse c’è solo l’AEG TRS 9000 o il Telefunken PS 81, è comunque un giradischi praticamente perfetto per ogni occasione e per tutte le orecchie.

La multinazionale giapponese aveva smesso di produrli nel 2010, fu una notizia che gettò nel panico mezzo mondo, così quei giradischi, chi li possedeva se li teneva ben stretti, oppure li vendeva a prezzi esorbitanti, ma i DJ di tutto il mondo non hanno mai smesso di amarlo e sopratutto di usarlo.

Con l’avvento del digitale, il giradischi inteso come fonte sonora non aveva più senso di essere, i DJ iniziarono ad usare i lettori cd, poi i file liquidi, poi addirittura gli smarthpone.

Da qualche anno però, i DJ hanno ripreso a girare vinili, le label hanno ripreso a stampare vinili in maniera costante e massiccia, e il pubblico ha ripreso ad acquistare vinili, perchè diciamocelo chiaramente, il vinile, solo a toccarlo mette i brividi; non entro nel merito di cosa si senta meglio se il vinile, il cd o il file 24/192, (Christopher Montgomery, creatore tra l’altro del codec  Vorbis, quì da una sua valutazione) altrimenti non ne usciamo più.

Oggi, con il ritorno della passione per il vinile, ecco che il giradischi più famoso del mondo torna ad essere prodotto in due versioni, una versione in tiratura limitata, il 1200 GAE, e l’altra versione 1200 G; poche in realtà le differenze rispetto al vecchio immortale 1200, le lucine blu al posto di quelle bianche, c’è la velocità 78 giri e il pitch control digitale, per il resto tutto è rimasto così come era, anche perchè sarebbe stato stupido modificare in qualche sua parte essenziale un apparecchio perfetto.

I prezzi, testine escluse:

Il 1200 G costa circa 1300 dollari, il GAE L.E. schizza a quasi 4000 dollari, però se pensiamo che sul mercato dell’usato un vecchio 1200 in buone condizioni non costa meno di 800/1000 €, l’impresa vale sicuramente la spesa, a patto che abbiate dei vinili da farci girare su.

Buon ascolto

Prince Faster

Specifiche tecniche:

Motore a trazione diretta con doppio rotore “Surface-Facing”
Controller motore a trazione diretta
Braccio altamente sensibile
Piatto superiore giradischi in ottone
Isolatore
Technics Definitive Design
Erede della serie SL-1200
Piatto in alluminio ad alta rigidità
Velocità del giradischi
33 1/3 giri, 45 giri, 78 giri
Range Regolazione Pitch
±8%, ±16%
Dimensioni e peso
L: 453 mm A: 173 mm P: 372 mm / Circa 18 kg
Terminali
1 Uscita Phono / 1 SIGNAL GND