Flying Saucer Attack – Instrumentals 2015

0
289 views
Flying Saucer Attack Instrumentals2015

Tutto nasce a Bristol nel 1992 per volere del musicista compositore David Pearce.

La loro musica rivoluzionò il concetto stesso di psichedelia, modificandone la concezione in un quadro inaspettato e sconvolgente; la morfologia delle partiture appariva come un sottoprodotto malcelato della cultura “Krautiana”  fino a divenire una nuova forma d’arte elettronica dai contorni invisibili ed inaspettati.

Una intuizione che apparve subito esplosiva se collocata in quel contesto storico, la rappresentazione dell’impazzimento sonoro, orrorifici fantasmi in tre dimensioni, collocano questa band ai vertici della rivoluzione elettronica degli anni 90.

Oggi, a distanza di quindici anni, i Flying Saucer Attack tornano a comporre, sfornando una opera concettuale che travalica il concetto stesso di musica in quanto è una produzione che rappresenta ancora una volta l’avanguardia e/o il “rivoluzionismo” il riscrivere  dalle fondamenta lo spazio e il tempo musicale, gesto che a tutt’oggi pochi sono riusciti ad esprimere.

In molti si sono dannati l’anima per raggiungere queste forme dai tratti semplici e suggestivi, pochi sono riusciti nell’intento, e quasi tutte le esperienze sin qui prodotte non rendono il senso come accade invero per “Instrumentals 2015”
Discografia:

Flying Saucer Attack (FSA, 1993)
Distance (singles compilation) (1994)
Further (1995)
Chorus (compilation) (1995)
Distant Station (FSA samples arranged by Tele:Funken) (1996)
In Search of Spaces (live tracks from 1994) (Corpus Hermeticum, 1996)
New Lands (1997)
Mirror (FSA, 2000)
PA Blues (CD-R compilation of live and rehearsal tracks) (2004)
Heartbeat/Complete (compilation of singles/rarities) (Weltraum Disk, 2012)
Instrumentals 2015 (Domino Records,2015)